Archivi giornalieri: 8 luglio 2009

15 motivi per vietare i matrimoni gay

Ok ok, a me non piace sentir parlare di “matrimonio gay” perché penso subito al matrimonio come sacramento, e non mi sembra che le due cose vadano particolarmente d’accordo… É come se parlassi di solidificazione dell’ossigeno… Non mi risulta che un gas si possa solidificare; caso mai un liquido, ma non un gas. E come fa una persona omosessuale a contrarre matrimonio quando il matrimonio è un sacramento regolamentato dalla Chiesa (che quindi ne stabilisce le “regole”una su tutte: due persone dello stesso sesso non si possono sposare)?? Ma il matrimonio è anche un atto che lega due persone (in teoria per la vita) con finalità di formare una famiglia e regolamentato dal Codice Civile, mi direte voi… E lo so! Il problema è proprio questo: la nostra educazione cattolica, l’ingerenza e la costante presenza della Chiesa nelle nostre vite, ci inducono a vedere le cose non per quello che sono (un atto giuridico), ma per quello che vogliono si veda (un sacramento).

Va beh, se avete capito anche una sola frase di questo discorso sconnesso, è grasso che cola… Tutto ciò per presentarvi questa lista (fortemente ironica) di buoni motivi per non legalizzare i matromoni gay in Italia. Direi che sono discorsi che non fanno una piega, sono inattaccabili!! Bravo a chi l’ha scritta! L’autore è ignoto, è una di quelle mail che circola da chissà quanto tempo… Io l’ho trovata qui e qui.

1. Essere gay non è naturale. I veri italiani rifiutano ciò che è innaturale, come gli occhiali, le scarpe, il poliestere e l’ aria condizionata.

2. Il matrimonio gay spingerà le persone ad essere gay, allo stesso modo in cui vedere in giro persone alte fa diventare tutti alti.

3. Legalizzare il matrimonio gay aprirà la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalità giuridica e i diritti civili per sposarsi, nonché la capacità di dichiararsi consenziente o meno al contratto giuridico.

4. Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non è mai cambiato minimamente; le donne infatti sono ancora una proprietà del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha il diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste.

5. Il matrimonio eterosessuale perderà valore se sarà permesso anche ai gay di sposarsi. La santità dei sette matrimoni di Liz Taylor verrebbe distrutta.

6. I matrimoni eterosessuali sono validi perché sono fertili e producono figli. Le coppie gay, come anche quelle sterili e le persone anziane, non devono potersi sposare perché i nostri orfanotrofi sono vuoti e il mondo ha bisogno di più bambini.

7. Ovviamente i genitori gay tirerebbero su figli gay, proprio come da genitori eterosessuali nascono soltanto figli eterosessuali.

8. Il matrimonio gay è vietato dalla religione. Dunque in una teocrazia come la nostra i valori di una religione devono essere imposti all’intera nazione. Ecco perché in Italia c’è una sola religione e tutti i bambini devono essere battezzati alla nascita.

9. I bambini non sarebbero mai sereni ed equilibrati senza un modello maschile e uno femminile a casa. Per questo nella nostra società quando un genitore è da solo, o perché è vedovo o perché è stato lasciato, gli vengono tolti anche i figli.

10. Il matrimonio gay cambierebbe i fondamenti della nostra società e noi non potremmo mai adattarci alle nuove norme sociali. Proprio come non ci siamo mai adattati alle automobili, al lavoro in fabbrica e all’allungamento della vita media.

11. Le relazioni gay non sono durature perché i gay per natura sono promiscui. Infatti i mariti etero e le mogli etero non hanno mai relazioni extraconiugali e non divorziano mai.

12. I bambini cresciuti da una coppia gay verrebbero derisi e discriminati dagli altri coetanei. A differenza di quelli con le orecchie a sventola, quelli con il naso grosso, quelli grassi, quelli effemminati, quelli di colore, quelli con la erre moscia, o quelli troppo bassi che sono accettati da tutti i coetanei e mai presi in giro da nessuno.

13. Perché la religione cattolica vieta l’atto omosessuale che è considerato peccato, e dunque loro non possono sposarsi ma possono farlo assassini, pedofili, maniaci sessuali, ladri, mafiosi, serial killer, truffatori, mercanti di organi, commercianti di bambini , di schiavi, di pellicce, papponi e chiunque non sia un omosessuale.

14. Perché il matrimonio omosessuale comporta l’atto omosessuale. Ma la Bibbia considera peccato l’atto omosessuale cosi come la masturbazione, i rapporti sessuali prima del matrimonio e i rapporti sessuali che non hanno il fine di procreare.

15. Perché verrebbe meno l’antica tradizione calcistica Italiana, dato che di sicuro ci saranno meno calciatori. Infatti si sa che i gay odiano il calcio e porteranno a odiarlo anche ai loro bambini impedendogli quindi di praticare qualsiasi tipo di sport che non sia danza classica, ginnastica ritmica, pattinaggio sul ghiaccio, shopping, manicure, lampada e bolle di sapone.

Copy-Britney

MadBritney… Una volta tanto un costume un tantino più originale no, eh??

Cosa dicono di noi all’estero: The Times

Questa simpatica vignetta è apparsa oggi sul sito del Times, a questo indirizzo. E se non bastasse, qui ce n’è un’altra…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: