C.V.D.

Basta. La devo smettere di fare programmi o iniziare a crederci troppo, non tornerò mai in casa nuova, se le cose continuano di questo passo. I tempi inizialmente previsti sono andati via via dilatandosi, più del buco del c**o di Malgioglio…

L’ultima in ordine di tempo è questa: l’intonaco fresco ha bisogno di asciugarsi. E poi non gli ci vuole mica 2 o 3 ore, ma 15 giorni!! Ma io dico… Da quando in qua? Se vuole posso stare lì a scaldarlo con il phon, ma mi sa che servirebbe a ben poco…

E quindi non resta altro da fare che aspettare ancora… Uff…

Annunci

Informazioni su Enrico*

Non sono normale, questo è poco ma sicuro. E meno male! I'm not normal, that's for sure. And thank goodness!

Pubblicato il 30 dicembre 2009, in House con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 10 commenti.

  1. 15 giorni??? vabbè che è umido… ma mi sa che si stanno allargando davvero!

  2. intonaco di ???
    gesso?
    malta di calce?
    malta cementizia?
    malta bastarda?
    miscele tecnologiche?

  3. Se gli operai sono come quello in foto io aspetterei anche un paio di mesi :))

  4. Oscar: Sai che faccio? Mo’ gli monto il termosifone che è lì accanto (fin’ora era smontato per i lavori appunto) e spero che accelleri il processo…
    Byb: Intonaco di… Boh!! Mi informerò. :-)
    Roccia: Non è proprio così, ma comunque rimane accettabile, l’operaio… Tanto sta sotto casa di mia sorella (dove abito adesso) quindi so dove cercarlo!! :-D

  5. mmm, ci starei attento col termosifone: diversi intonaci non maturano bene se troppo al caldo, o troppo al freddo. si rischiano crepe, fessure, etc…

  6. Un deumidificatore potrebbe essere meglio?

  7. per alcuni intonaci sì, per altri no.
    la “asciugatura” degli intonaci spesso non è semplicemente un’evaporazione della parte umida; in molti casi è in realtà il tempo necessario a un processo chimico, la carbonatazione per lo più, che per svolgersi ha bisogno della presenza di acqua, che viene legata a livello molecolare, e quindi in realtà non si “asciuga”, ma si trasforma. se mancasse l’acqua la carbonatazione potrebbe essere parziale, e l’intonaco quindi non sarebbe perfettamente solido (è proprio la carbonatazione ha trasformare la polvere impalpabile in struttura solida).
    altri intonaci come il gesso invece procedono effettivamente per evaporazione, ma appunto per questo sono soggetti a effetti di ritiro per via della perdita di volume, e se si asciugano troppo in fretta potrebbero riempirsi di crepe.

  8. Insomma, devo aspettare e non forzare la mano!! ;-)
    Grazie per le dritte, Byb.

  9. byb dopo questa spiegazione mi ricorda un mio amico che lavora per la weber

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: