Archivi giornalieri: 12 febbraio 2010

Nolan’s Cheddar, il formaggio che rende forti

Citroen DS High Rider

Ecco la Citroen DS High Rider, la concept car che anticipa la prossima Citroen DS4, ed erede dell’attuale C4 Coupé.

Notevole passo avanti direi. Uno dei pochi modelli Citroen che mi piace.

Altre foto qui.

Nevica

Di nuovo. Che palle…

Love equals football

Puma ha appena lanciato la campagna pubblicitaria “Love equals football“, con uno spot intelligente che (nella versione inglese) usa “Truly Madly Deeply”.

É la prima volta che i Savage Garden concedono l’autorizzazione per le loro canzoni da utilizzare in questo modo. Per ironia della sorte, sarebbe potuto non accadere. Quando la compagnia mi ha contattato inizialmente per poter utilizzare la canzone, credo che le esatte parole che pensai sono state “Per l’inferno, no!!”.

Il direttore era apparentemente sconvolto per il fatto che avevamo detto di no e mi cercò per spiegarmi la sua visione dell’idea. Ha capito che l’immagine di un gruppo di hooligans ubriachi che cantano la nostra canzone alle loro mogli e/o fidanzate, probabilmente non è delle più lusinghiere. Tenete a mente, noi siamo sempre stati consapevoli del fatto che il valore di una canzone è il ricordo che il tuo pubblico collega ad essa, e non nel guadagno facile e rapido che si potrebbe
avere cedendola a chiunque te la chieda.

Nel corso degli anni ci sono state richieste ridicole per utilizzare alcuni delle mie/nostre canzoni. La richiesta per “I Want You” come canzone per un famoso pollo fritto è stata forse la più strana. Come potete immaginare, siamo abituati a dire “No”.

Ma quando il regista mi ha mostrato alcuni filmati di prova che aveva girato con dei veri calciatori che cantavano la canzone, ho capito subito. Sono stato toccato.

Penso che quello che mi è piaciuto fosse il fatto che il brano risplenda come un’universale canzone d’amore. In quanto pubblicità, è ovviamente molte cose. Brutta. Divertente. Sincera. Ilare. Ma stranamente commovente.

Guardando il filmato di prova, ho realizzato che in realtà questo è stato davvero un complimento per l’attrattiva universale della canzone. In questo pub, questi uomini cantano la canzone, ma in realtà è un’abbreviazione del dire “Ti amo”. Non importa chi sei o da dove vieni, si tratta di dire “Ti amo”.

Sia Daniel che io abbiamo pensato che fosse un’idea giusta e sorprendente per tutti, che noi dicessimo si. Lo spot finito ancora mi fa crollare, mi fa ridere e allo stesso tempo mi commuove.

E sono davvero orgoglioso del fatto che una canzone possa fare tutto questo…

Darren Hayes

C’è anche la versione italiana, fatta usando “Ti amo” di Umberto Tozzi.

Non c’è bisogno che dica qual è la mia preferita… :-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: