Archivi giornalieri: 19 marzo 2010

Il bello di avere dei colleghi giovani

Ok, dipende da quanto ci sei legato e da quanto ti conoscono quei colleghi, però vuoi mettere quando ti fanno i regali?

I fatti: oggi un collega se n’è andato. No, non è morto poverino, ma l’hanno trasferito a casa sua, Salerno (tra le altre cose ha creato un precedente unico, non era mai successo che uno dal reparto I.T. passasse alla rete, ma va bé) ed ha giustamente fatto un lauto rinfresco con specialità campane.

Quindi, dopo che tutti si erano riempiti di pizze ripiene e babbà, arriva il regalo da parte dell’ufficio, scelto dai capi (over 50):

– un libro intitolato “Come si parla e come si mangia in Toscana”.

– una serigrafia (tipo quelle sopra) del panorama di Siena visto da fuori porta Ovile con tanto di certificato di autenticità ed una bella cornice in noce scuro con borchiette di ottone.

Almeno la metti in casa tua quando ti sposi e ti ricorderai sempre di Siena e dei tuoi ex colleghi…

Ma povero ragazzo: non ha ancora 30 anni, è stato catapultato a 500 km da casa ed è da quando è arrivato (più di tre anni fa) che non vedeva l’ora di tornare a casa… E voi gli regalate due cose di dubbio gusto che gli ricorderanno per sempre le due palle che si faceva in questa città di mer*a ed i viaggi che si doveva sparare per tornare giù dalla fidanzata?

Vuoi mettere avere dei colleghi coetanei, che ti conoscono e ti vogliono bene e che quando ti trasferisci da Salerno a Siena (si, è un caso che le città di provenienza/destinazione siano sempre le stesse, non è che i trasferimenti qui li facciamo solo tra queste due città) ti regalano una bella tracolla di Prada?

Relazioni (gattesche) pericolose

Stamani mi ritrovo Bruna davanti alla porta finestra, gonfia come un procione, perché fuori c’era un suo amichetto gatto che la guardava placido e tranquillo. Forse era un suo amichetto che era venuto a vedere come stava…

Oddio, ora che ci penso, forse era quel bastardo che  due settimane fa aveva tentato di stuprarla, graffiandola sotto la coda, con conseguente infezione e cura antibiotica riparativa.

Poverina, e te credo che era incazzata!! Da quanto era arrabbiata, ha pure fatto la pipì per terra (cosa mai successa prima)…

Che fi*a!

Amanda Seyfried in copertina su Glamour Magazine, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito.

Questa giovane attrice 25enne a me piace veramente tanto, a parte per le sue doti recitative, per la sua capacità di saper essere acqua e sapone al naturale, una ragazza come tante, per poi diventare una strafiga cosmica quando è tutta messa su…

Un po’ come Anne Hathaway, ma secondo me Amanda è più bella.

P.S. Stamani mi son girato a guardare una ragazza che aspettava l’autobus… Mi devo preoccupare?

Aldo Busi radiato da tutte le trasmissioni Rai

Cioè, io capisco che Busi sia un filino antipatico, pure io non lo digerisco, e non ho nemmeno capito da cosa è scaturita tutta questa polemica che lui ha iniziato a dire talmente tante cose e tutte non collegate fra di loro, che alla fine l’hanno espulso da tutti (e sottolineo TUTTI) i programmi Rai.

Non vi sembra un po’ troppo??

P.S. Notare come in tutta questa storia, l’unica che abbia preso le sue difese o comunque cercato di mitigare un po’ il clima, sia la Ventura, che in trasmissione si è dissociata del tutto dalle parole di Busi (parecchie vere invece, secondo me).

Mi rendo conto che le parole di Aldo Busi dette ieri sera durante la trasmissione possano essere parse fuori luogo e offensive per una parte del nostro pubblico e averne colpito la sensibilità. Detto questo, mi auguro vivamente che la Rai ci ripensi e che si possa arrivare ad un accordo per avere con Busi stesso un confronto in un clima più sereno. La censura non è certo il mezzo migliore per chiarire dubbi o sciogliere eventuali questioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: