Riccardo Missiato, sindaco di Spresiano (TV), contro i gay

I gay sono malati e deviati, hanno bisogno di aiuto psicologico. Dobbiamo scoprire dove sono e identificarli, e se sono clandestini devono venir espulsi. I cittadini li hanno visti sul Piave, sulla Pontebbana e nei parchi pubblici. Dire che queste pratiche sono vergognose è poco, siamo al degrado morale. E i gay non devono invadere la libertà altrui: sono stato a verificare, li ho visti che si appartavano. Ma controlleremo anche i tanti trans che prendono in subaffitto gli appartamenti per prostituirsi. Dobbiamo recuperare certi valori e la nostra morale.

Questa non è la prostituzione femminile, questa è maschile e non può passare inosservata. Il Piave ha anche un valore simbolico, c’è un monumento degli artiglieri circondato da preservativi, guanti, salviette.

Transenneremo la zona, contestando divieti di sosta e atti osceni: la situazione è diventata intollerabile.

Ok, il sindaco ha ragione… Immagino che zone dove prostituzione e cruising sono fatti senza ritegno debbano essere “bonificate”; e va usato il pugno forte.

Certo il Piave ha un valore storico non indifferente, e poi a prescindere da questo, anche fosse la piazzola di una tangenziale, è sempre brutto vedere il degrado che si crea in certe situazioni…

Ma da qui a dichiarare che quello che ha dichiarato (“I gay sono malati e deviati”) ce ne passa!!

Mio caro sindaco, mica tutti i gay vanno a fare cruising sul piave, sa? Anzi spesso sono i timorati di Dio (leggasi repressi) come lei che ci vanno…

Fonte: La Tribuna di Treviso.

Annunci

Informazioni su Enrico*

Non sono normale, questo è poco ma sicuro. E meno male! I'm not normal, that's for sure. And thank goodness!

Pubblicato il 21 luglio 2010, in Pazzi, Politica con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. bè, anche il fatto che vi possano essere due pesi e due misure tra prostituzione maschile e femminile, è abbastanza orrendo. in linea di principio ogni prostituzione non è tollerata nel nostro paese. o al contrario se ne tolleri una, tolleri anche l’altra. non vedo grosse differenze tra le due.

  2. Egr.io
    Sig. Riccardo Missiato,
    sono un telespettatore trevigiano di Antenna Tre Nord Est.Ho seguito da poco in streaming dal mio pc l’edizione trevigiana del telegionale.Fra i titoli di testa,spiccava sennonchè un servizio riguardante la presenza indiscreta quotidiana di gay e trans presso le sponde del fiume Sacro alla Patria,il Piave,destando imbarazzo alle persone e famigliuole che in questo periodo di arsura estiva,cercano refrigerio,spostandosi dai centri urbani caotici e portandosi nei luoghi d’acqua per fare balneazione.
    La sua dichiarazione ai microfoni dell’emittente veneta non mi è piaciuta particolarmente,in quanto l’omosessuale non è un malato come lei ha affermato con accanita decisione.E’ molto offensivo per coloro che sono nati con questa natura.Non è nemmeno una devianza.Sono d’accordo che il sesso in luogo pubblico sia deprecabile da ambo i sessi,ma non mi venga a dire che gli omosessuali o taluni etero curiosi (che ne esistono molti) siano da curare presso una struttura,perchè non è indice di maturazione ed intelligenza da sua parte!
    Inoltre se lei ce l’ha tanto con i gay e i trans,deve sapere che ottimi clienti di quest’ultimi (trans),sono gli “etero” e cioè quei maschi repressi sessualmente,che pur in ambito coniugale devono soddisfare la loro voglia carnale con questi,ovvero spiegandolo in maniera più semplice se esistono i trans in Italia e nelle altre zone del mondo occidentale,significa che guadagnano e che ottengono il loro emolumento dall’etero o maschio sposato (e ce ne sono moltissimi).Allora secondo lei,chi si deve curare?Il gay o l’etero represso che va dai Trans sulla Pontebbana?E voglio proprio accennare questa tratta dei Trans che stazionano sovente sulla Pontebbana.A Lei non le danno fastidio?Però vedo che il loro stazionamento,come sul Terraglio viene concesso!E’ costruttivo allora questo?Si faccia un esame di coscenza!
    Cordiali Saluti e Buon Lavoro!

  3. Paul Humbert Brennan hai scritto un ottimo commento! A cominciare dai toni e finendo con l’osservazione che riguarda gli etero repressi come clientela dei trans. Aggiungo del mio dicendo che la maggior parte degli omosessuali “integrati” (le lesbiche poi, non parliamone) solitamente non hanno bisogno di frequentare questi posti, perchè giorno dopo giorno (con infinita pazienza, serietà e forza interiore) lavorano duro per costruirsi una vita normale e una condizione affettiva equilibrata. Gli omosessuali del piave rappresenteranno un 5% della “vera” popolazione omosessuale italiana, che non merita quindi di essere tratta con superficialità e ignoranti scorciatoie di definizioni che legittimano solo violenza e guerre urbane combattute a insulti e uimiliazioni (e quindi un danno alla società). Questo sindaco evidentemente non immagina con quanto lavoro arriviamo a farci accettare dai nostri genitori, a rassicurarli e non farli addolorare: ogni giorno vissuto a dimostrare che non devono essere diffidenti, che non può essere sbagliato perchè è il nostro modo di sentirci normali (senza peraltro nuocere a nessuno), ma soprattutto felici. Grazie, quindi, Riccardo Missiato per diffondere odio, promuovere il disordine sociale e vanificare il lavoro di una vita di quelli che non sono che rispettabili cittadini.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: