Archivio mensile:aprile 2011

Dodge Charger MY 2011

La macchina è la classica super berlina americana che mi affascina solo perché da noi qua non se ne vedono tante (anche nessuna direi) ma lo spot è bellissimo!!

Annunci

Buona Pasqua!!

image

Finalmente si vede la luce…

In questo fine settimana di merda, l’unica cosa che mi consola è  sapere che Darren Hayes sta lavorando ad un nuovo album e che presto lo consegnerà in pasto ai suoi fans (e cioè noi)…

Non vedo l’ora. Ma sono talmente demoralizzato che non so nemmeno gioire.

Lo show business e la depressione post reality

Alzi la mano chi si ricorda tutti d’un fiato nome e cognome di almeno 20 (ma potrei anche dire 10) concorrenti del Grande Fratello… Non pescando tra quelli di quest’anno (che pure sono tanti), ma fra quelli di tutte e undici le edizioni!

Arrivate a malapena a 5, vero? Altrimenti, via da questo blog!! E dire che sono stati qualcosa come 178!!

A parte Luca Argentero che ha veramente svoltato, la Cipriani che è troppo scema bella per essere vera e Taricone che pace all’anima sua, non ce ne sono molti altri degni di nota… Diciamo che sicuramente nessuno di loro lascerà la loro stella sulla Walk of Fame di Hollywood!!

Però di edizione in edizione questi Gieffini ed ex Gieffini si vedono ovunque: in tv, in disco, a giro per strada… E si credono chissà chi!!
Abbbella, al massimo puoi aspirare a vendere pentole su Mediashopping con Mastrota!!

Ieri sera m’è capitato di vedere un servizio delle Iene, realizzato dal sempre favoloso Enrico Lucci, che andava ad “intervistare” questi ex gieffini, famosi, meno famosi e dimenticati, e chiedeva loro com’era andata quando le luci della ribalta si erano spente ed era finito il bel periodo di serate, feste e bagordi.

Il risultato è stato quasi sempre lo stesso: dopo “la fama” arriva inesorabilmente il dimenticatoio e con esso la depressione derivata dal sentirsi fallito. Poi questi ex concorrenti del reality hanno realizzato che le cose importanti non sono le ospitate dalla D’Urso, hanno ripreso il lume della ragione, chi più chi meno, e allora sono riusciti a far fruttare quello che avevano guadagnato nel loro “anno di gloria”.

Ma insomma: se la tua massima aspirazione nella vita è quella di essere considerato come “Tizio del GFX” e vuoi stare in televisione a tutti i costi e credi beatamente che sarai considerato speciale a vita per il solo fatto di aver partecipato al reality, bé, ti meriti tutta la depressione di questo mondo.

Ve lo ricordate Paolo Mari, l’idraulico impazzito “wanna-be modello” che dette di matto e si denudò nella casa? Lui ha avuto seri problemi di cervello, il suo sogno si è trasformato in incubo e come premio dal GF ha ricevuto solo una bella terapia psichiatrica e condita con abbondanti psicofarmaci. Niente serate, niente ospitate, niente lustrini e paillettes. Però ora si è rimesso molto umilmente a fare il suo lavoro senza la spocchia che invece altri conservano pur essendo delle vere e proprie nullità.

Ecco, lui mi ha fatto un po’ tenerezza… Poi però, il servizio si conclude con un suo sorriso che sembra sincero e tranquillo; e allora ho realizzato che secondo me lui è quello che c’ha capito più di tutti di questi pseudo vip e adesso se la passa meglio di tutti i suoi ex “colleghi”, paradossamelmente anche meglio di quelli che invece non si danno pace e sgomitano per rimanere sulla cresta dell’onda.

Stefania Orlando, la musica e l’Europride

Io questo post non lo volevo nemmeno fare, perché Stefania è tanto tanto carina, ha pure fatto un video di supporto all’Europride che penso sia il migliore in assoluto tra quelli fatti dai VIPs.

Però poi mi sono preso la briga di guardare il “video” di Crazy Dance, il suo nuovo singolo.

Stefaniuccia mia cara… Ma perché? Era quasi meglio Marimbabà! Ed ho detto tutto.

Cioè, tu sei un gran pezzo di gnocca che levate, sai pure cantare, hai una bella voce… E tutto quello che puoi partorire è una canzoncina stupida con una base midi sotto che “stendiamo un velo pietoso” ed un video girato con l’iPhone?

Io penso che tu possa fare di meglio… Dai Stefania, impegnati!!

DS5, il nuovo crossover Citroen

Bella ed innovativa.

E pure intelligente: un motore 2.0 HDi da 163 CV ed uno elettrico da 37 CV, quindi un totale di 200 CV per appena 99 grammi di CO2/km.

4,52 m di lunghezza, 1,85 mt di larghezza per un’abitabilità di tutto rispetto ed un bagagliaio da 465 lt.

Il prezzo mi sa che sarà un po’ meno bello (oddio, bello sì, ma bello alto), la data di commercializzazione non è ancora data saperla, ma io l’aspetto con ansia che voglio proprio andarmela a vedere dal vivo questa nuova Citroen!

Leggi il resto di questa voce

Preview per “Make a scene”, il nuovo album di Sophie Ellis Bextor

Dopo due singoli lanciati il secondo ad un anno di distanza dal primo, il nuovo album di Sophie Ellis Bextor, “Make a scene”, vedrà finalmente la luce il 6 di Giugno, anticipato da “Starlight” una settimana prima, come ci fa sapere lei dall’immancabile account ufficiale Twitter.

Ma già oggi la bella Sophie ci fa sentire una generosa preview di tutte le canzoni dell’album su questo sito russo… Che dire? Sembra un album di gran classe, forse non immediato come gli altri album pop che dominano le classifiche adesso, ma sicuramente più raffinato e meno spacca maroni.

A garanzia della raffinatezza e dello stile (che già non mancano a Sophie) arrivano Róisín Murphy e Calvin Harris, rispettivamente autrice e produttore di “On and off” (nel video in apertura), che Apo da per certa come prossimo singolo ufficiale… Beh, speriamo che anche uno soltanto di questi due abbia messo le mani su qualche altro pezzo dell’album!!

Ma comunque il risultato è nelle orecchie di tutti, per ora solo come preview ma presto per intero… Non vedo l’ora e incrocio ancora una volta le dita per Sophie Ellis Bextor!!

Bob Sinclar feat. Raffaella Carrà, A far l’amore comicia tu

Ma perché questa donnina pur facendo vedere per bene tutto il suo corpo e cantando di sesso nel 1976, non risulta mai volgare??

Il dubbio

Questo articolo di Metilparaben mi ha fatto effettivamente porre “in maniera ufficiale” un dubbio che si era sempre aggirato inconsapevolmente nella mia testa: i diritti (in Italia, per ora, negati) dei gay sono diritti umani che riguardano tutti o sono solo affar delle persone gay?

Sicuramente il fatto che una categoria di persone (ora sono i gay, ma una volta erano le donne, i neri, ecc) abbiano o meno certi diritti è indicatore di civiltà di una società. Ma dal lato pratico eventuali diritti mancanti non riguardano certo tutti, ma solo la categoria a cui mancano… Che che ne dica la Chiesa, che i gay si possano sposare o meno, non toglie e non aggiunge niente al matrimonio tra persone eterosessuali. Sarebbe bene, questo sì, che tutti fossero d’accordo su una questione così importante e che tutti si indignassero quando viene negato un diritto ad un individuo solo perché appartenente ad una minoranza; ma purtroppo sappiamo che questo non avviene nemmeno dove certi diritti ci sono per tutti (immagino che una piccola percentuale di omofobia sia presente perfino in Svezia o in Norvegia o in uno di questi paesi veramente avanti) e che magari pure lì vengono pestati i froci per strada e che pure lì ci sia il signore del primo piano che vede e sente tutto ma invece che chiamare la Polizia pensa “Ben gli sta, ‘sto frocio di merda” (va beh, forse sto esagerando).

Ma questo proprio perché ogni persona è diversa l’una dall’altra (frase findus lo so, ma rende bene l’idea) e l’essere omosessuale od eterosessuale, omofobico o gay friendly, è solo una delle mille sfaccettature del suo carattere.

C’è il luogo comune che un eterosessuale difficilmente può capire come si sente un omosessuale (discriminato o meno); ma secondo me, se sei dotato di un minimo di cuore e di un’educazione degna di questo nome, senti palesemente l’omofobia ed il sessismo strisciante che sono avvinghiati nella cultura popolare italiana, perché “etero di merda” non è considerata un’offesa al pari di “frocio di merda” (come “negro di merda” non ha la stessa forza di “bianco di merda”) e le battutine e/o i modi di dire che mi vengono in mente a sfondo razzista/sessista/omofobo non si contano nemmeno… E se non li senti, vuol dire che non li vuoi sentire. É tutt’altra cosa se si parla di satira, ironia, comicità o cose simili, il guaio è che ci sono veramente persone che pensano per frasi fatte, vivono di luoghi comuni e fanno di tutta l’erba un fascio.

Anche il solo fatto che si parli ancora di “integrazione dei gay con la società” sta a significare che qualcuno non c’ha capito niente: ma che io, in quanto omosessuale, sarei un disadattato sociale? Posso essere tante cose, ma disadattato non penso proprio…

Stiamo parlando semplicemente di discriminazione verso una minoranza avallata dalla legislatura corrente: come se io, legislatore, dicessi che le persone coi capelli rossi non si possono sposare… Ma perché? “Perché le persone coi capelli rossi sono un’eccezione, non sono da considerarsi la normalità. E poi i capelli rossi sono espressione diabolica!”. Alla fine si ritorna sempre verso la Chiesa e la religione… Chissà come mai?

A parte le mie considerazioni al limite del surreale ed i miei sproloqui, permettete che comunque mi lasci un po’ perplesso il fatto che un eterosessuale, convivente e con prole, venga eletto a capo di un’associazione che rappresenta i gay (che, ricordiamocelo, per la legge italiana non si possono né sposare e né tantomeno possono adottare figli). Come se a capo della Chiesa Cattolica ci mettessero Margerita Hack, ve la immaginate? Bah, in fin dei conti secondo me le starebbe pure bene il cappello papale… Ma non divaghiamo.

Guardando le cose da un diverso punto di vista, quest’elezione si potrebbe considerare un discreto passo avanti nella mentalità dell’italiota medio… Cioè, tu maschio eterosessuale felice e spensierato che ti potresti fare altamente i cazzi tuoi, ti “sporchi le mani” in un’associazione come l’Arcigay e ti impegni in prima persona solo per appianare un’ingiustizia? Fa tanto eroe romantico e sarebbe veramente commuovente…

Non so, sono indeciso… Voi che ne pensate?

Cosa succederebbe se…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: