Archivi giornalieri: 27 luglio 2011

Come ridefinire gli standard del concetto di “coglione”

Esco dall’ufficio.

Piove.

Ovviamente non ho l’ombrello.

Faccio una corsa in macchina per prenderlo, e per aggirare la ringhiera che separa la stradina in discesa dal parcheggio sottostante, la zompo.

La mia maglietta si impiglia in un angolo della suddetta ringhiera (ma che cazzo di ringhiera è?) e adesso vado in giro con uno sbrano nella manica della maglietta che sembra sia stato aggredito da una banda di scimmie rabbiose.

Offendetemi pure.

Darren Hayes performing “Plans” at 2011 APRA Music Awards

Tutto ciò è fantastico… Darren Hayes non è stato minimamente cagato di pezza agli APRA Music Awards (l’APRA sarebbe la SIAE australiana se non ho capito male), niente, manco una misera nomination come “Miglior ritorno dall’oltre tomba musicale dell’anno” o cose così che ne so…

Però lui s’è inbucato lo stesso nella serata e ha cantato questa fantastica versione acustica di “Plans” dei Birds of Tokyo che poi sarebbe una canzone disco di platino in Australia e nominata nella categoria “Song of the year”.

Per lui, come per la Mannoia, vale la solita regola: cantami pure le istruzioni di montaggio del divano Manstad di Ikea, e io rimango incantato ad ascoltarti come un bambino ipnotizzato dal pifferaio magico.

Che voce ragazzi…

Speriamo che prima o poi qualcuno nel mondo (oltre a me) si ricordi di lui!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: