Archivi categoria: I love shopping

Aussiebum lancia WonderJock Pro

Dopo la mutanda con su scritto i giorni della settimana (che se avete la fama di zozzone potrebbe tornare utile per riabilitare la reputazione della vostra igiene intima), il marchio australiano di underwear, beachwear e sportswear Aussiebum lancia la versione 2.0 del famoso WonderJock, il sistema che sostiene tutto l’ambaradan maschile garantendo pacchi da record anche per i meno dotati.

Un po’ per curiosità, un po’ per vedere l’effetto che fa, l’unico costume Aussiebum che ho, decisi di prenderlo fornito del malefico marchingegno.

Io penso che una cosa più scomoda non esista: praticamente il secondo strato di stoffa che di solito è sul davanti dei costumi per garantire una maggior coprenza (se, lallero, ‘sti costumi son veli di cipolla) è riportato in su e cucito proprio sotto le palle (leggasi testicoli) invece che in corrispondenza del sottosanello (leggasi perineo) com’è di solito.

Quindi c’è questo lembo di stoffa super tirato che ti sostiene tutto facendoti un male cane allo scroto; e non vi dico il piacere che si prova se andate in bici con uno di questi aggeggi addosso.

Il bello però è che si forma pure una sacchettina proprio lì sotto, che se disgraziatamente vi muovete o vi piegate un po’ (come magari si usa fare di solito in spiaggia, no?) Ernesto ed Evaristo scivolano proprio dentro questo antro nascosto, creando l’effetto opposto a quello che la mutanda magica si sarebbe prefissata: tavola da surf, ferro da stiro, più piatti di Vistoria Cabello. E allora devi prendere, ravanarti nelle mutande e riportare tutto in superificie.

Ora la mia domanda era questa: avranno risolto questo piccolo problema con l’upgrade?

Nessuno ce l’ha ‘sto famigerato WonderJock? Cosa ne pensate?

I teli da mare di Butt Magazine e American Apparel

Ma voi ci andreste al mare con un telo del genere? Io forse mi vergognerei, specialmente se avessi quello dove si vede il pirulo del tizio; che per inciso dovrebbe essere un cantautore, tale Earnie Lijoi

Gli altri soggetti su cui vi potete comodamente sdraiare quest’estate a prendere il sole sono il pornodivo ungherese Arpad Miklos (il primo in alto a sinistra), l’artista Brian Kenny (il secondo ed il più carino dei cinque secondo me, qui trovate anche il suo blog), il sexy fotografo Devin Elijah (il terzo) e, last but not least, uno stedente di moda colombiano, Juan José Quiceno, che come gli altri si è guadagnato la copertina di Butt Magazine (la #25 per l’esattezza).

Questa idea kitschissima è frutto della collaborazione tra il già citato Butt Magazine e la catena America Apparel; una parte dei profitti ricavati delle vendite dei teli da mare andrà all’Ali Forney Center per i giovani gay senza tetto. Il costo delle asciugamani è di 50 € e si comprano qui.

Fonte: QueerBlog.

Tempo di acquisti

Si sa… Dopo aver comprato casa, uno deve tagliare, razionare e razionalizzare le spese (mi rincuora scoprire che non sono il solo); la mia politica in questo senso è di evitare qualsiasi spesa che non siano cibo e altre cose primarie (alcool e tabacco, cioè), ma a fine mese mi ritrovo lo stesso con il conto a zero senza aver comprato un ca**o…

Ma ora è tempo di acquisti dicevamo, non perché in questi mesi abbia risparmiato qualcosina o vinto al SuperEnalotto e mo’ mi ritrovi dei soldi da spendere; semplicemente perché mi sono stancato i fare dei peep-show per il vicinato quando mi prende il raptus trombino sul divano…

É quindi giunto il tempo di sfoderare la mia scintillante MasterCard Gold e comprare le tende!!

Ma urge consiglio dal mio pubblico… Per la porta finestra (larga 160 cm) che funge anche da ingresso, meglio una singola tendona a pacchetto o due tendine accoppiate che si possano alzare singolarmente? Comunque poi metterei anche qualcosa di più leggero direttamente al vetro, ma il mio dubbio rimane su questi stramaledettissimi pacchetti, che mi piacciono tanto ma mi lasciano alquanto perplesso…

Quindi, sbizzarritevi! Segue schema esemplificativo.

Notare la mie capacità di graphic design (non vado molto oltre il Paint).

Tristezza immensa

Sms sul cellulare: la catena di profumerie “La Gardenia” mi ha fatto gli auguri per la festa della donna…

Pure in anticipo… :-(

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: