Archivi Blog

Sempre più vicina l’auto che si guida da sola

Google è sempre un passo avanti, si sa. Ed infatti sta portando avanti un progetto per sviluppare un’auto che si guida da sola, roba che io pensavo fosse possibile solo nei film tipo “Demolition Man”. I risultati invece sono reali e si possono vedere nel video sopra: a dir poco strabiliante!!

Decisivi contributi sono stati dati dallo scienziato tedesco Sebastian Thrun, professore di Computer Science alla Stanford University e direttore dello Stanford Artificial Intelligence Laboratory (SAIL), che tra parentesi ha co-sviluppato sempre con Google quella cosa fantastica che è Street View

Ma va detto che dei bei cervelli li abbiamo pure qui in Italia: infatti è tutto italiano il VisLab, un laboratorio dell’Università di Parma fondato nel 1990 che lavora allo sviluppo di sistemi intelligenti per il settore automotive.

Mi fa impressione pensare che questi qui nel 1998 hanno fatto più di 2.000 km a giro per le strade italiane con una Lancia Thema guidata da due mini camera in bianco e nero ed un Pentium a 200 Mhz! Pensare che nello stesso anno, con lo stesso computer, io riuscivo a stento ad usare Word…

Roba che adesso questi partecipano alla DARPA Grand Challenge ed hanno inventato pure loro un mezzo che va da solo… E senza le immense risorse di Google!

Mi sento tanto stupido…

Fonte: Ted.

Stress mattutino

É bastato poco. Qualche giorno in Vespa e ti dimentichi subito il traffico del mattino… Io odio quegli scooter che ti passano da tutte le parti mentre vai tranquillo per la tua strada, ma è innegabile che se trovo una fila ferma, prendo e passo avanti… :-)

Invece stamattina sono venuto in macchina perché stasera devo fermarmi a fare la spesa e ho “riscoperto” con sommo piacere tutti gli stronXi che ti tagliano la strada, che vanno a 2 km/h, che non ti lasciano passare ma poi inveiscono non si sa contro chi o cosa…

É stata sufficiente una giapponesina, minuta e graziosa, che ti attraversa la strada chiedendo permesso con quei modi buffi che solo i giapponesi hanno… E ti ritorna subito il sorriso sulla faccia.

Ma, ahimé, basta poco per farlo scomparire di nuovo… Basta sedersi in ufficio, accendere il pc e, mentre si aspetta che si avvii l’emulatore della sessione 3270,  leggere i commenti dei lettori de “Il Giornale” alla notizia dell’approvazione dei matrimoni gay in Argentina.

Tristezza infinita…

Justin Timberlake a l’Audi A1 #6

Cioè alla fine è tutto un gioco?

Ma vaffanchiulo, va…

Justin Timberlake a l’Audi A1 #5

Justin Timberlake a l’Audi A1 #3 e #4

Si lo so, sono rimasto indietro… Ma si rimedia subito: episodio 3 sopra e 4 sotto. :-)

É una mega minkiata, ma ormai voglio vedere come va a finire.

Justin Timberlake a l’Audi A1 #2

Episodio 2 del mini-movie “The Next Big Thing”, maxi commercial per la nuova Audi A1.

Qui il primo episodio.

Justin Timberlake e l’Audi A1

Ecco il primo trailer, uno spezzone tratto da “The next big thing”, un mini-movie (o maxi commercial se vi pare) con Justin Timberlake, Dania Ramirez e la nuova Audi A1 ovviamente. Nelle prossime settimane usciranno altri 6 episodi, fino alla premiere del video per intero il 4 maggio.

Comunque io vorrei far notare che la “pioniera” anche in questo fu Madonna. Chi se lo ricorda “The Hire”, girato da Guy Ritchie? Fantastico (e poi c’era pure Clive Owen)…

Se il buongiorno si vede dal mattino…

Stamattina: mi sveglio, come tutte le mattine mi rigiro per una ventina di minuti sotto il piumone, poi mi decido e mi alzo, faccio colazione, vado in bagno e mi vesto. Arrivo ad uscire di casa e mi trovo lì sullo scaffale fuori accanto alla porta d’ingresso, dov’è sempre stato del resto, il mio bonsai, con accanto il suo spruzzino per innaffiarlo come si deve.

Decido allora di dargli la sua spruzzatina giornaliera, se non fosse che la levetta dello spruzzino s’incanta as usual e non esce niente… Come le vecchie buone maniere insegnano, prendo lo spruzzino e lo batto delicatamente contro il muro, per vedere se si disinceppa; ma forse nemmeno troppo delicatamente, o forse la plastica ha accusato il freddo, perché mi esplode letteralmente addosso… Boooom!! E sono tutto fradicio… Completamente!

Segue bestemmia e rientro in casa per cambiarmi, mi rimetto i jeans che avevo ieri sera. Nel riuscire pulisco la porta d’ingresso, fradicia pure lei; meno male che l’acqua non è filtrata sotto, fin dentro casa.

Arrivo alla macchina, apro lo sportello del guidatore ed… Orrore!! Un chewing gum spiaccicato sul sedile di pelle marmotta! Con un orrendo presentimento, mi porto la mano verso il sederino, e visto che l’ultima volta che mi ero seduto in macchina avevo quei pantaloni, ci trovo la dolce metà della gomma attaccata al sedile…

Seguono due bestemmie (bisogna sempre incrementare le proprie prestazioni) e rientro in casa per cambiarmi di nuovo.

Come se non bastasse, lungo il tragitto casa-lavoro, sembrava che avessero dato il via libera ad apini e camion. Ma c’è di buono che mentre ero intrappolato nel traffico senese (mi vien da ridere, com’è possibile che una città di quattro gatti abbia tanto traffico? Ok, è risaputo che i gatti non sanno guidare) mi vedo uno a bordo di una Subaru uguale sputato a Colin Farrell

Beh, son soddisfazioni anche queste! O per lo meno contribuiscono a risollevare il morale…

P.S. Se avessi fatto come i tizi della foto non avrei avuto problemi di sorta!! :-)

Figure di merda

Io quando sono in macchina ascolto la musica. E canto.

Ma non è che canticchio sottovoce, canto proprio a squarciagola, manco fossi alla Corrida.

E a volte ballo pure… Si, ora ballo, non è che lo si possa definire ballare; mi muovo sul sedile o cose così.

Stamani due ragazzine nella macchina davanti alla mia si sono voltate e guardarmi e mi hanno fissato sgomente e preoccupate per un paio di minuti.

Articolo 190 CdS

“…I pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei soprapassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri… I pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti…”

Se una scema mi si butta sotto di corsa (stava facendo jogging) proprio mentre io sto ripartendo da uno stop, la posso buttare sotto? It, me lo concedi tu che sei dell’ambiente?

http://www.patente.it/codice/190.htm

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: