Archivi Blog

Vinci un HTC EVO 3D con Androidiani.com

Che sono un fan di Google e del suo s.o. per smartphones Android penso si sia capito, e Androidiani.com è uno dei primi siti che ha iniziato ad interessarsi all’argomento e secondo me uno dei migliori: fornisce sempre news interessanti, un forum molto frequentato in cui si può trovare la risposta (quasi) ad ogni domanda e ogni tanto (anche se ultimamente non così spesso) organizza pure qualche contest carino mettendo in palio simpatici gadget per i propri utenti/fan.

Ma questa volta hanno messo in palio un signor premio: un HTC Evo 3D!!

Non avrà avuto ‘sto gran successo a livello commerciale ma è sempre uno smartphone di prim’ordine:

* Processore dual-core da 1.2 GHz.

* 1 Gb di RAM ed 1 Gb di memoria interna espandibile tramite Sd.

* Display 4,3″ con effetti 3D (ovviamente senza occhialini) e fotocamera 3D.

* S.O. Android 2.3 Gingerbread.

Se anche voi siete dei fan Android (o più semplicemente dovete cambiare telefono) presto, andate a questo link e partecipate al contest: tentar non nuoce!

Buona fortuna a tutti e grazie Androidiani!!

Me, myself and… Darren Hayes!

Nelle precedenti puntate: immaginate me, una mattina qualsiasi di un venerdì qualsiasi, ovviamente a lavoro, che vado un attimo sul sito di Darren Hayes per ordinare la Collector’s Copy dell’album (“Secret codes and battleships” in uscita il 19 ottobre). Niente di trascendentale, fino a che non mi rendo conto che tra le news era online anche l’indizio per trovare il secondo codice di quattro sparsi per il mondo, e che quel codice era… A ROMA!!

Ora, sapendo che il premio per chi trova uno dei codici è una Collector’s Copy dell’album (appena ordinata, sgrunt) ma sopratutto una telefonata da Darren in persona, come pensate che abbia reagito io?

All’inizio ero incredulo, ma una volta appurato che non stavo sognando, la mia prima idea è stata: “Parto subito”. Poi ho collegato il cervello ed ho pensato che sicuramente nelle tre ore e passa che io ci avrei messo per arrivare a Roma, qualcuno avrebbe trovato l’indizio e io sarei rimasto a bocca asciutta… Allora mi sono pacatamente messo a seguire la vicenda su Facebook (tramite il mio cellulare personale eh), e quando, passate ore, nessuno sembrava poterci andare veramente e la location era stata scoperta definitivamente (Mercatino dell’usato in via Grandis 7), mi sono deciso e sono partito.

Non vi dico l’ansia durante tutto il viaggio, ad ogni stazione controllavo Facebook che nessuno avesse già recuperato il codice (santi smartphones!!), e anche se sembrava andare tutto per il meglio io non ci speravo proprio di arrivare per primo, perché magari qualcuno poteva andare, prendere la bottiglia e fregarsene di Facebook…

Ed invece, dopo due treni, una metro, un tram e svariate signore a cui ho chiesto indicazioni (tutto questo con il cuore a 1000 bpm), sono arrivato a questo fantomatico mercatino. Sono entrato ed ho chiesto (molto impacciatamente) al ragazzo che stava lì alla cassa del negozio se per caso avessero una bottiglia con un messaggio, un codice o qualcosa del genere (pensando di fare la figura dell’idiota)… Poi invece ho alzato gli occhi ed ho visto che la bottiglia era proprio lì, dietro al ragazzo, con un biglietto con su scritto “NON IN VENDITA/NOT FOR SALE” e allora mi sono sentito meno scemo…

Ma a quel punto il ragazzo mi fa “Parola d’ordine?” ed io mi sono sentito morire perché non mi ricordavo di dover dire nessuna parola d’ordine!! Poi mi è tornato in mente che un Admin si era “intromesso” nei commenti al post di lancio della “caccia al tesoro” e aveva detto di entrare e chiedere “The secret”… E allora ho esclamato “The secret!” come ispirato divinamente ed il ragazzo mi ha finalmente consegnato la bottiglia!!

Ho ringraziato e sono uscito dal negozio come un bambino con un lecca lecca gigante… Mi sono fatto le foto che provavano la mia vittoria, le ho mandate per email a Darren, ho commentato il post su Facebook, condividendo il codice, “KINGDOM”, con tutti gli altri fan, che manco a dirlo, erano in trepidante attesa e mi hanno sostenuto con un tifo da stadio per tutte e quattro le ore che mi ci sono volute ad arrivare…

Poi ci sono stati, in ordine, il treno preso di corsa, il posto che non esisteva e quindi un viaggio per terra nello scompartimento delle bici, il rientro a casa in tarda serata con la paura che mi chidessero la macchina nel parcheggio, la fatica e la fame che mi avevano distrutto, ma anche tanta felicità.

Il bello però, dopo un week end passato accanto al telefono ad aspettare che lui mi chiamasse (e non mi ha chiamato), viene oggi…

Ora di pranzo (poco prima delle 14), sono dai miei (dove il telefono prende poco) e mi chiama un numero inglese, non capisco più niente lascio cadere tutto (tranne il telefono) e rispondo: è una ragazza che mi chiede se va bene che Darren mi chiami di lì a 10 minuti… Io ovviamente gli rispondo di sì, anche se farfuglio qualcosa sul telefono che prende poco, ma la ragazza dice ok e riaggancia. Poi mi rendo conto che avevo anche un sms da parte dello stesso numero che chiedeva la stessa cosa, ma era precedente la chiamata e quindi non l’ho considerato.

Mi preparo allora a ricevere questa benedetta telefonata, come una teen ager (bionda) che fissa il telefono sul tavolo mentre aspetta di tubare al telefono col fidanzatino; ma niente, dopo 10 minuti il telefono ancora non aveva squillato… 20 minuti, e niente… Mezz’ora, ancora niente. Un po’ deluso ma non scoraggiato ripongo il telefono e torno a lavoro, pronto comunque a ricevere quella chiamata di lì a poco.

Alle 16 ancora non mi aveva chiamato nessuno! Decido di fare qualcosa e rispondo al messaggino ricevuto in precedenza e chiedo “É tutto ok??”. Appena inviato il suddetto sms la Tim mi avverte che stavo per finire i soldi… Ovviamente. Se non ora quando?? Allora penso “Stai a vedere che Darren non riesce a chiamarmi perché non ho credito sufficiente per ricevere una chiamata internazionale”… Svelto svelto come una volpe, chiamo subito il 40916 per ricaricare il telefono tramite BancoTim (santo subito anche lui) e tak!! Mentre sono lì che premo i tastini (virtuali) per decidere se ricaricare 30 o 50 € mi arriva la notifica via sms che Darren aveva provato a chiamarmi ma il mio telefono era occupato!!

AAAAAAARGH!!

Per fortuna gli ho mandato un altro sms e lui mi ha richiamato subito.

Alché ho preso il telefono, e con un guizzo degno di un’anguilla sono uscito di corsa dall’ufficio e sono andato fuori (non si sa mai che dentro magari c’è meno rete); Darren ha iniziato a ringraziarmi per aver trovato il codice e per essermi impegnato così tanto, e io gli ho detto qualcosa tipo “No, ma che sei matto (ovviamente non gli ho detto così, ma il senso era quello), grazie a te per esserti ricordato dei tuoi fans italiani!!”

E allora lui mi ha raccontato che tiene tantissimo ai suoi fan italiani e che ha dei bellissimi ricordi legati all’Italia, tipo la sua luna di miele sulla Costiera Amalfitana ed il concerto con Pavarotti.

Prendendo la palla al balzo, gli ho chiesto se lo vedremo mai in Italia e lui ha detto che forse sì, qualcosa si sta muovendo e potremo aspettarci delle belle sorprese per il 2012: dopo aver fatto la promozione ed il tour in Uk e Australia, vuole lanciare il disco anche in America e nel resto d’Europa, e se avrà un buon riscontro… Potrebbe fare una data in Italia!!

Anzi, a tal proposito mi ha chiesto quale città preferirei… Milano? Roma? Firenze? Beh, che domande, io sceglierei Firenze, ma qualsiasi posto va bene… Sono venuto a Bristol a vederti Darren, mi farò problemi ad andare a Milano e/o a Roma??

Poi mi ha anticipato che il nuovo tour sarà fantastico e che sicuramente lo amerò (ma di questo non avevo dubbi) e mi ha chiesto quale canzone che non ha mai performato vorrei sentire live; io ho risposto “Hero”, ma non mi ricordo… L’hai mai cantata live? Va beh, che ve lo chiedo a fare…

Alla fine, prendendo il coraggio a quattro mani, gli ho confessato un segreto… E lui si è messo a ridere!! Ed era proprio la reazione che mi aspettavo… :-)

Spero che nessuno mi abbia notato più di tanto, perché ripensandoci ora mi sa che gesticolavo come un cretino e che facevo versi irripetibili dettati dall’emozione… E ragazzi… Che emozione!!Va beh, avranno pensato che sono pazzo (e non sarebbe poi così distante dalla realtà)…

Era la prima volta che parlavo con lui, ed è stato proprio come me lo aspettavo: dolce e gentilissimo!!

Se lo richiamo tutte le sere pensate che si potrebbe arrabbiare?? :-D

L’Eurovision Song Contest e l’indifferenza totale dell’Italia

Come giustamente ha notato Barbara Serra, giornalista fantastica che mi piace un sacco, sabato scorso si è svolta la finale dell’Eurovison Song Contest: l’Italia non vi partecipava da 13 anni (ultima partecipazione nel 1997 con i Jalisse ed i loro “Fiumi di parole”), quest’anno è tronata ed è pure arrivata seconda… Ma i media italiani se ne sono altamente fregati!!

Ma è stato comunque fantastico seguire la serata in diretta col commento di Raffaella Carrà, Bob Sinclar (mega marchettone alla nuova canzone del dj francese) e di tutto il cast di Tv Talk.

Ed è stato ancora più fantastico sentire il boato che ha accolto la Raffa nazionale quando si è collegata con Dusseldorf per comunicare i nostri voti nazionali e poi vedere la sua faccia spaesata mentre guarda a destra e a manca e non proferisce parola (qui al minuto 3:28, mentre qualche secondo prima il cantante del gruppo danese in concorso aveva espresso tutta la sua gratitudine alla presentatrice olandese per aver dato loro 12 punti: “I WANT TO FUCK YOU!”).

Sarà pure anziana e anche mezza rincoglionita ma è sempre la migliore!! Mi ricorda tanto mia mamma, come fisionomia del volto…

Ma veniamo alle canzoni: ecco le più degne di nota secondo me, le altre si possono tranquillamente tralasciare.

Tutti ad impazzire per i Blue, unici ad avere una fama che andava oltre i propri confini nazionali, ma invece sono arrivati solo undicesimi con la loro “I can”.

Il ragazzetto gnappo Eric Saade per la Svezia sembrava essere un papabile vincitore, ed invece è arrivato terzo; ma secondo me diventerà abbastanza “Popular” come canta (titolo rubato a Darren Hayes).

La mia preferita era Getter Jaani con la sua “Rockfeller Street” per l’Estonia, ma è arrivata miserabilmente penultima…

Vera rivelazione l’Italia, che come ho già detto mancava da 13 anni, ma che è stata accolta veramente bene dal pubblico votante: oltre alla su citata ovazione quando Raffaella Carrà si collega con Dusseldorf, secondo posto per il nostro salamone Raphael Gualazzi con “Madness of love”, versione semi inglese di “Pazzia d’amore”, il brano sanremese.

La sorpresa/delusione più grande è stata però la vincitrice: “Running scared” canatata da Ell e Nikki, che non sono un duo affiatato ed innamorato come lascerebbe intendere la canzone e tutta la messa in scena, ma sono arrivati a pari merito nelle selezioni nazionali e sono stati messi insieme solo per l’occasione Eurofestival.

Bella, per carità, ma c’era di meglio…

Dopo tutto ciò… Immaginiamoci cosa sarebbe successo ai vertici Rai se avesse vinto l’Italia e se l’anno prossimo l’organizzazione fosse stata affidata a noi? Sai che risate…

EDIT: C.v.d. gli ascolti sono stati bassini

Berlusconi come Vulvia: ecco il “Lo sapevi?” contest!

In effetti se guardi il video “Magica Italia” con il nostro Premier Silvio Berlusconi come testimonial, ti viene subito in mente la mitica Vulvia di Rieducational Channel impersonata da Corrado Guzzanti. E se non conosci Vulvia, io con te non ci parlo…

Allora prendo lo spunto da un altro post di Spetteguless per lanciare il contest: inventate la frase più simpatica da inserire nell’immagine sotto a mo’ di vignetta e… Non vincete niente!

Eurofestival, inizia il count down!

Nel 2010 l’Eurovision Song Contest (ora si dovrebbe chiamare così) ha visto vincitrice l’esordiente artista tedesca Lena, con l’orecchiabile “Satellite”. Di sicuro non è questa la canzone che ti viene in mente quando pensi all’Eurofestival. Almeno non a me!!

Non so quando nasce la cosa (forse con la vittoria di Dana International nel 1998?), ma c’è una parte della comunità gay per cui l’Eurofestival è come la Messa per i Cristiani.

In effetti io inizio a conoscere la popolare manifestazione solo attraverso le sigle del Mama Mia a Torre del Lago, prima non ne sapevo veramente nulla. E da allora, se penso all’Eurofestival mi viene subito in mente qualcosa di dance, super baraccone, quasi trash… Chissà come mai?

Quest’anno finalmente torna a partecipare (dopo 13 anni di assenza) anche l’Italia con Raphael Gualazzi… Cosa ne pensate di questo nostro esponente musicale in Europa?

Così per dire: il Regno Unito verrà rappresentato dai Blue… Non so se mi spiego!!

End Love, il nuovo video degli Ok Go

I video degli Ok Go sono sempre sorprendenti ed innovativi nelle tecniche di ripresa usate; anche questo nuovo “End Love” è molto carino e, quando nel finale alzano tutti le braccia, mi pare voglia rendere omaggio alla stupenda “Imitation of Life” dei Rem.

Però diciamocela tutta: le canzoni sono alquanto noiose… L’unica più carina era l’indimenticata “Here it goes again”. Peccato.

P.S. Però sul sito ufficiale degli Ok Go potete scaricare gratuitamente il video e partecipare ad un contest per vincere un iPad…

Madonna: video-shooting a Milano, crollo a Marsiglia

Madonna-StickyAndSweet-Milano-14.07.2009-OK-01Madonna è “in zona”, in questi giorni ha fatto tappa a Milano e a Udine, per i concerti dello Sticky & Sweet Tour… E proprio ieri dal palco di Udine Madonna ha chiesto in lacrime un minuto di silenzio per due operai della LiveNation che hanno perso la vita nel crollo del palco che stavano preparando per il suo show di Marsiglia.

Sotto le parole pronunciate dalla Regina prima di cantare You Must Love Me, mentre qui trovate il suo dolore espresso dalle pagine del suo sito. La cantante è scoppiata in lacrime in diversi momenti dello show, ma ha continuato.

Prima di continuare lo spettacolo voglio prendermi un minuto per ricordare due persone che oggi hanno perso la loro vita. Non so se avete sentito. Due uomini che stavano mettendo su il mio show a Marsiglia, che avrebbe dovuto esserci tra poco, sono finiti sotto una gru che è crollata e non sappiamo perché. Odio essere associata alla sofferenza. Desidero rendere omaggio alle loro famiglie. Prendiamoci un momento per apprezzare le nostre famiglie, le persone che amiamo, gli amici intorno a noi.

Cambiando totalmente argomento invece, il suo entourage (dicono che lei non ci sarà) deve aver approfittato della parentesi italiana per girare degli spezzoni del prossimo video di Maddy a Milano: domani sera alle 21 vogliono fans con tutti i gadget “Madonnari” possibili, pronti a cantare, ballare o semplicemente essere se stessi. Dal titolo della news, sembra proprio che si tratti del video di Celebrate, di cui circola una preview su YouTube.

Se non avessi una cena di laurea, ci andrei… Mannaggiaaaa!!

EDIT: ho deciso che la mail la mando lo stesso, poi vedremo… :-D

Un iMac da 24″

Che bel contest!! Il blog di Luca Mercatanti ha messo in palio uno stupendo iMac da 24″, e cioè proprio quello che mi ci voleva e che da mesi stavo meditando se comprare o no (ok, magari anche un po’ meno di 24″, lo sapete che le mie finanze sono quel che sono) per mandare in pensione il mio pc che ormai ha 6 anni e non ne può più… Io la tento!! :-)

EDIT: leggo solo ora che l’estrazione è stata rimandata al 31 luglio, causa l’incidente avvenuto a Viareggio… Luca, tutta la mia solidarietà, e spero che tutto si sistemi il prima possibile!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: