Archivi Blog

La tv online DìLucca si scusa per le affermazioni omofobe di Daniele Vanni e ne chiede le dimissioni

Meglio tardi che mai… Dopo le uscite infelici del giornalista e psicologo Daniele Vanni sui concorsi Mister Gay Italia e Miss Trans Italia e Sud America che si sono tenuti il mese scorso a Torre del Lago Puccini, la proprietà della tv online DìLucca corre ai ripari e nel telegiornale di ieri ha chiesto scusa pubblicamente alla comunità GLBT ed alla comunità di Torre del Lago Puccini (che secondo il Vanni stava diventando un problema di ordine pubblico) dichiarandosi all’oscuro delle intenzioni del giornalista e completamente in disaccordo con le affermazioni fatte nel tg del 29 agosto, e ne ha chiesto le (giuste) dimissioni.

Ovviamente Daniele Vanni si difende dicendo che era una semplice “battuta infelice” per giustificare il fatto che le immagini non le avevano…

Cioè, ma sei scemo? Non ho parole.

Fonte: GayBurg.

DiLucca City Television, la tv online (omofoba) che fa ridere i polli

E questa sarebbe una tv online, che per sua natura dovrebbe essere moderna, dinamica e fresca?

Ma dai, questi sono solo dei parola censurata… E mi rode pure scriverci sopra un post perché gli do proprio quello che cercano: visibilità e pubblicità gratuita. Però non ce la faccio a stare zitto.

DiLucca City Television ha ben pensato di mettere online (qui il video per intero) l’edizione della sera di lunedì 29 agosto 2011 del suo tg nel quale a partire dal minuto 30:35 potete sentire tutti gli sproloqui e le minkiate che il conduttore, il giornalista e psicologo (poveri i suoi pazienti) Daniele Vanni, dice al suo audience, che io spero sia il più limitato possibile.

Nessuno ha mani detto al nostro caro Daniele che un giornalista serio dovrebbe astenersi il più possibile dal fare considerazioni personali sulle notizie che da?

E poi stendiamo un velo pietoso  sul sito (manco il titolo ad una pagina riescono a mettere), sui video montati coi piedi e con due minuti di “fuori onda” all’inizio…

Fanno solo ridere. Anzi… Purtroppo non fanno manco ridere.

Se proprio vi volete togliere lo sfizio e vedere se, leggendolo, il discorso filasse di più, di seguito la trascrizione.

E voglio chiudere con due concorsi di bellezza ma di altro tipo dei quali mi rifiuto di passare le immagini anche se ne siamo in possesso.

Infatti se era ingiusto vessare e schernire una volta o tenere addirittura chiusi in casa i diversi e anche gli omosessuali a me sembra eccessivo il Gay Pride oppure farci sopra dei concorsi di bellezza.

Così non abbiamo passato le immagini quando c’è stato il “Mister Gay” qualche giorno fa ne abbiamo solo dato notizia, tra l’altro Daniel Argentino, l’eletto, ha dedicato la sua vittoria a babbo e mamma che senz’altro ne saranno contenti, così diamo atto del fatto che sabato sera si è votato per la più bella Miss Trans Italiana e poi anche per la più bella Miss Sudamericana sempre a Torre del Lago, che sta diventando da questo punto di vista un problema di ordine pubblico ma forse non ce ne accorgiamo.

Anche mettendolo nero su bianco, mi sembrano sempre una serie di parole senza senso.


			
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: