Archivi Blog

Ask Google

In principio Google era un sito web utile per effettuare una ricerca. Poi ha iniziato a gestire la tua posta, ti mostrava le mappe online e ci potevi anche calcolare un percorso. Pian piano è cresciuto, aggiungendo sempre più servizi web, YouTube e Blogger i più conosciuti, amati ed usati.

Ma la vera svolta secondo me, è stata la creazione di Google+, una sorta di social network, che in realtà, diciamocelo, è solo una “scusa” per avere i tuoi contatti, le tue relazioni sociali, i tuoi gusti, le tue foto e tutte le informazioni che ti riguardano così da propinarti la pubblicità più adatta ai tuoi gusti.

Ora che Google ha anche un suo SO mobile, Android, che per inciso è diventato il sistema operativo più diffuso al mondo, i suoi servizi sono unificati sotto un unico account.

Risultato? Google SA TUTTO di te.

Sa dove stai di casa, dove lavori, tiene traccia di tutti i tuoi spostamenti, ti dice quando partire, dove andare e qual’è la via migliore.

Ha iniziato a gestire i tuoi acquisti, le tue prenotazioni ed i tuoi voli.

Conserva le tue note ed i tuoi promemoria, ti da consigli ed avvisi basati sulla tua posizione.

Sa addirittura cosa fare e chi avvertire in caso di una tua prematura dipartita.

Praticamente sei stato Googlizzato. Io di sicuro. E non ne potrei più fare a meno… <3

In definitiva: se dovete chiedermi qualcosa, chiedetelo direttamente a Google, sicuramente ne sa più di me.

Per approfondire: la storia di Google nel dettaglio.

Chi ha mai detto che Gaia del GF12 è etero?

E ci risiamio: puntuale come una bella ca**ta dopo cappuccino e sigaretta, ieri sera è ri iniziato il Grande Fratello, ormai giunto alla 12esima edizione, con un’Alessia Marcuzzi sempre più faiga e con un Alfonso Signorini sempre più sfranta.

I concorrenti incarnano come al solito una serie infinita di stereotipi, che ormai gli autori del Grande Fratello li hanno esplorati veramente tutti, e anzi, si stanno impegnando per trovarne di nuovi.

Il programma, devo dire la verità, l’ho visto a pezzi e bocconi e solo in parte, ma oggi ho letto in vari siti e blog della polemica (a dire il vero la polemica è scoppiata già ieri sera mentre la trasmissione era ancora in onda, un record) su Gaia, eletta Miss Lesbica Roma 2010 ma in apparenza si presenta come etero.

Ora: è vero, del suo titolo di Reginetta delle Lelle non ne hanno fatto menzione, ma non mi sembra nemmeno di aver sentito dire che è etero al 100% o che la bagiana le fa schifo e che never ever andrebbe con una donna.

Del resto siamo alla prima puntata di 1.724 (l’edizione di quest’anno pare che debba durare un millennio o giù di lì) e mi sembra presto per parlare di queste cose…

Ma oggi leggo il nuovo numero di TV Sorrisi e Canzoni (che letture culturali, eh?) dove ovviamente c’è una scheda per ogni concorrente e nelle sua la biondina spiega che ama “allo stesso modo uomini e donne”, vedere per credere…

 

E allora dove sta la censura degli autori, la “conversione” imposta che tanti blog hanno tirato in ballo?

Magari è così, magari no… Mi sembra presto per dirlo.

Aspettiamo e vedremo. :-)

Non sono una bambola, il nuovo singolo di Maicol

 

 

L’aveva detto e l’ha fatto: se avete abbastanza fegato, potete ascoltare qui il primo singolo di Maicol Berti.

Maicol, appreziamo l’impegno, ma sta roba non è proprio il massimo… Ritenta sarai più fortunato!!

Maicol Berti cantante (?) con “Non sono una bambola”

A quanto pare sì: fra due giorni sarà possibile sentire (e scaricare) il suo primo singolo, “Non sono una  bambola”.

Mi astengo da qualsiasi commento, se non dopo aver sentito la canzone in questione, ma chissà come mai mi sento che sarà una c***ta pazzesca…

E poi, curioso il titolo, per uno che saluta i fan dicendo “Saluti a tutti dalla vostra Barbie Ape Regina” e che ha fatto, o forse meglio dire che ha provato a fare, visto che sono state fatte solo due puntate e poi lo show è stato chiuso per ascolti disastrosi, “Uman – Take control”, un reality dove lui era pronto a diventare una pedina nelle mani del pubblico.

Voi che ne dite: uscirà fuori un incrocio tra Osvaldo Supino ed Adam Lambert o una nuova perla del trash italiano?

Lo show business e la depressione post reality

Alzi la mano chi si ricorda tutti d’un fiato nome e cognome di almeno 20 (ma potrei anche dire 10) concorrenti del Grande Fratello… Non pescando tra quelli di quest’anno (che pure sono tanti), ma fra quelli di tutte e undici le edizioni!

Arrivate a malapena a 5, vero? Altrimenti, via da questo blog!! E dire che sono stati qualcosa come 178!!

A parte Luca Argentero che ha veramente svoltato, la Cipriani che è troppo scema bella per essere vera e Taricone che pace all’anima sua, non ce ne sono molti altri degni di nota… Diciamo che sicuramente nessuno di loro lascerà la loro stella sulla Walk of Fame di Hollywood!!

Però di edizione in edizione questi Gieffini ed ex Gieffini si vedono ovunque: in tv, in disco, a giro per strada… E si credono chissà chi!!
Abbbella, al massimo puoi aspirare a vendere pentole su Mediashopping con Mastrota!!

Ieri sera m’è capitato di vedere un servizio delle Iene, realizzato dal sempre favoloso Enrico Lucci, che andava ad “intervistare” questi ex gieffini, famosi, meno famosi e dimenticati, e chiedeva loro com’era andata quando le luci della ribalta si erano spente ed era finito il bel periodo di serate, feste e bagordi.

Il risultato è stato quasi sempre lo stesso: dopo “la fama” arriva inesorabilmente il dimenticatoio e con esso la depressione derivata dal sentirsi fallito. Poi questi ex concorrenti del reality hanno realizzato che le cose importanti non sono le ospitate dalla D’Urso, hanno ripreso il lume della ragione, chi più chi meno, e allora sono riusciti a far fruttare quello che avevano guadagnato nel loro “anno di gloria”.

Ma insomma: se la tua massima aspirazione nella vita è quella di essere considerato come “Tizio del GFX” e vuoi stare in televisione a tutti i costi e credi beatamente che sarai considerato speciale a vita per il solo fatto di aver partecipato al reality, bé, ti meriti tutta la depressione di questo mondo.

Ve lo ricordate Paolo Mari, l’idraulico impazzito “wanna-be modello” che dette di matto e si denudò nella casa? Lui ha avuto seri problemi di cervello, il suo sogno si è trasformato in incubo e come premio dal GF ha ricevuto solo una bella terapia psichiatrica e condita con abbondanti psicofarmaci. Niente serate, niente ospitate, niente lustrini e paillettes. Però ora si è rimesso molto umilmente a fare il suo lavoro senza la spocchia che invece altri conservano pur essendo delle vere e proprie nullità.

Ecco, lui mi ha fatto un po’ tenerezza… Poi però, il servizio si conclude con un suo sorriso che sembra sincero e tranquillo; e allora ho realizzato che secondo me lui è quello che c’ha capito più di tutti di questi pseudo vip e adesso se la passa meglio di tutti i suoi ex “colleghi”, paradossamelmente anche meglio di quelli che invece non si danno pace e sgomitano per rimanere sulla cresta dell’onda.

Notizie in pillole #24

(edizione prettamente gossippara)

* Heidi Montag, altresì conosciuta come Barbie Sguattera, si pente delle 10 operazioni di chirurgia plastica a cui si sottopose tempo indietro e adesso si lamenta anche delle cicatrici che si ritrova in più parti del corpo… La chiamavano “sette cervelli”!!

* Alessia Fabiani smette di smignotteggiare ovunque e si riconverte in signora per bene dedita al sociale e punta al cinema. Prima opera caritatevole: un calendario per l’Abruzzo.

* La Marcuzzi, in fatto di uomini, era totalmente senza personalità e si plasmava secondo gli interessi dei propri partner. Ma adesso è cambiata: con Facchinetti è una geisha

Immagine: Filippo Brunori Studios.

Perché no?

Già stamattina mi sono svegliato stranamente bene; poi leggo che “Vieni via con me” vince di nuovo la prima serata in tv con 9.032.000 telespettatori (30,20% di share), e batte il GF che si ferma a 5.205.000 telespettatori e 20,38% di share, e sono ancora più “solare”… :-)

Il martedì è il nuovo lunedì

Di solito è il lunedì la giornata di merda per antonomasia. Però anche questo martedì si candida al titolo a pieni voti.

Ma iniziamo da un dovuto prologo.

Qualche mese fa mia sorella si ritrova un gattone nero miagolante in giardino, con i muscoli di una zampina posteriore atrofizzati (sicuramente ha passato un brutto guaio). Lei, da buona samaritana quale è, decide di adottarlo. Ma sfortunatamente non va d’accordo con gli altri animali che ha (due cani e due gatti).

Allora lo ha praticamente scaricato a me, sicura che non avrei saputo dire di no. Però il povero gatto, camminando, si trascia dietro questa zampina morta, e nei ditini pelosi si formano delle brutte escoriazioni dovute al contatto con il duro porfido. Il problema è che, stando fuori, nella terra, nell’erba e ovunque un gatto possa andare, il rischio infezione è serio. La settimana scorsa prendiamo la decisione, piuttosto sofferta, di operarlo e amputare la zampina.

Domenica scorsa l’intervento. Tutto ok, passata una settimana di antibiotici ed antidolorifici il gatto è più svelto di prima e vuole tornare a zampettare fuori dopo una forzata convalescenza in casa.

Torniamo a stamattina… Intanto ti svegli e piove: e già ti mette tristezza.

Poi il gatto di cui sopra approfitta di una mia distrazione e scappa fuori sotto la pioggia. Ora che ha riassaporato la libertà, col cazzo che si fa acchiappare per tornare in casa!! Sorprendente quanto possa essere agile un gatto con tre zampe.

Va beh, hai il posto dove stare all’asciutto pure fuori, hai la tua cuccia, hai da mangiare e da bere, quindi ciccia, ormai la cicatrice dovrebbe essere ok.

Rientro in casa e faccio per infilarmi sotto la doccia. Avevo già un piede dentro la vasca e… Zac, va via la luce. Cazzo! Non può essere saltato il contatore, non ho niente di acceso!!

Infatti, come metto il naso fuori, vedo che sono usciti anche quelli di sopra. Controlliamo i contatori (completamente morti) ed infatti siamo tutti senza luce.

Ok, stamattina niente doccia: tocca lavarmi nel lavandino di cucina con l’acqua diretta.

Lavato e vestito, esco di casa alle 7:45 ma arrivo a lavoro alle 8:45. No, non sono stato rapito dagli alieni durante il tragitto. Non ho nemmeno trovato Raoul Bova nudo che faceva autostop.

C’ho messo un’ora per fare 19 km, roba che tutte le mattine ci metto al massimo mezz’ora. Ma dovete sapere che quando piove, a Siena il traffico si blocca: sono stato 20 minuti fermo davanti ad una scuola con tre vigili davanti che pensavano a far attraversare i bambini… Ma visto che è tutto bloccato, non puoi dirigere anche il traffico? Non sia mai!

Però una notizia positiva in tutto questo grigiore c’è: ieri sera “Vieni via con me” di Fazio e Saviano ha battuto il “Grande Fratello” negli ascolti.

Forse c’è ancora speranza per quest’Italia.

Sondaggio sul gigolò del GF11

Penso che le aspettative per questo fantomatico gigolò che doveva entrare nella casa del Grande Fratello 11 fossero un tantino alte. Tutti si aspettavano un Richard Gere o un Roberto Farnesi

Ed invece arriva l’elemento di cui sopra, che diciamocelo chiaro e tondo, non è proprio un adone.

Il sito GossipBlog propone allora un sondaggio: “Paghereste per andare con Giuliano Cimetti?” (questo è il nome del puttano del GF11).

Il risultato mi sembra scontato…

Il confessionale delle Iene

Aaaah, la gioventù di oggi giorno…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: