Archivi Blog

Ilary Blasi favolosa sulla copertina di Vanity Fair

Nonostante la sua bellezza sia sotto gli occhi di tutti, io mi stupisco sempre un sacco quando vedo un servizio fotografico che ha per protagonista Ilary Blasi.

Perché lei è sicuramente una bellissima ragazza anche nella vita di tutti i giorni: in tv, paparazzata sui giornali, in tutti quei “luoghi” nei quali siamo abituati a vederla insomma.

Ma quando la truccano (e forse la photoshoppano?) e la mettono su tutta in tiro per un servizio fotografico… Beh, diventa semplicemente splendida, favolosa. Non ho altre parole!!

Ah, un fotografo ha tirato fuori da un vecchio cassetto un servizio fotografico “vagamente osé” fatto in gioventù da Ilary, servizio fotografico che è stato acquistato dal settimanale ma che prima di pubblicarlo ha pensato bene di avvisare la showgirl, che ha sorpreso la redazione dando il suo assenso.

Va bene, usatelo. Però usatelo per raccontare alle ragazze che tutte possiamo fare una cazzata, ma non sempre c’è il lieto fine. Usate in un altro contesto, e con malizia, immagini come quelle possono essere dannose. A 18 anni sei una ragazzina e c’è il desiderio di sentirsi attraenti, desiderate. Basta dare un’occhiata ai profili di Facebook: quante sono quelle che postano immagini provocanti, e non per questo cercano avventure particolari? Ma è in quel momento che si deve fare attenzione a non esagerare… La seduzione è un’arma che bisogna imparare presto a manovrare con cura, perché c’è sempre il pericolo di lanciare un messaggio ambiguo.

Fonte: Gossip Tv.

“Love is free”, l’amore libero (bloccato dalla Polizia) per pubblicizzare 7camicie

Sabato 18 dicembre le vetrine del negozio 7camicie di Piazzale Cantore, Milano, si sono trasformate in camere da letto e vi si sono esibite in baci e coccole, anche provocatorie, tre coppie (una etero, una gay ed una lesbo) per l’evento “Love is free”.

L’intento ufficiale dello spettacolo è quello nobile di ribadire che l’importante è amare, non importa la preferenza sessuale, e prendere posizione contro ogni pregiudizio e inibizione culturale.

La cosa non è piaciuta a tutti, dato che ad un certo punto è arrivata la Polizia, allertata da segnalazioni del tipo “si sta svolgendo un piccolo gay pride”. Hanno controllato i permessi ed essendo tutto in regola, non hanno potuto far altro che invitare i ragazzi ad essere un po’ meno “spinti”.

Vedendo le foto sul sito di 7camicie in effetti i ragazzi non si sono risparmiati in effusioni amorose, e ci si è messa pure Naike Nayked Rivelli che si è profusa in basi saffici mentre cantava e presentava la sua canzone “I like man”.

Non sei molto credibile se dici che ti piacciono gli uomini e poi baci le ragazze. E la bella Naike non è molto credibile nemmeno come cantante: nonostante il video del singolo sia molto bello, mostra tutte le sue doti (e che doti, cazspita) fuorché il belcanto.

Ma speriamo in un secondo singolo migliore.

Tornando invece al controverso evento “Love is free”, secondo voi cos’è più grave: il fatto che sia stato utilizzato il sesso per pubblicizzare delle camicie mascherando il tutto con un intento nobile, o il fatto che ancora in Italia basta vedere due ragazzi che si baciano per scandalizzarsi e censurare?

Sad Eyes, il video Hot di Enrique Iglesias

Hot-EnriqueE adesso mi scappa fuori questo video di Enrique Iglesias, “Sad Eyes”, dove il figlioletto di Julio è ossessionato da una tizia delle Hot-Line, tanto da masturbarsi solo soletto nella sua camera, finché non decide di uscire e scovarla per poi portarsela a letto e strombacchiarla bene bene, se non ché poi si accorge che è tutto un sogno e si risveglia sudato ed eccitato (e continua a farsi le pippe immagino).

L’aveva detto Pop che le messicane obese ad aspettarlo in lacrime sotto l’albergo non ci sono più dal 1998, più o meno, ed infatti il video sarebbe del 1999, diretto niente-popò-di-meno-che da David LaChapelle, rimasto nel cassetto dei produttori che all’epoca lo giudicarnono troppo osé e pensavano che avrebbe danneggiato la carriera del bell’Enrique.

Ma adesso lo ricavano fuori dalle ragnatele e toh, cade nella rete (di Internet, non dei ragni), ovviamente per cercare di risollevare la carriera del bell’Enrique che sta nel frattempo andando a mignotte, proprio come lui nel video…

Curioso, eh? :-)

Vodpod videos no longer available.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: