Archivi Blog

Boom, una mini città per gay e lesbiche nel deserto di Palm Spring

La notizia è questa: a Palm Springs, California, verrà costruito (i lavori dovrebbero iniziare alla fine del 2012) un complesso residenziale di 300 appartamenti e villette dedicato principalmente a gay e lesbiche chiamato Boom e che vedrà la luce nel 2014.

Non saranno solo case (siamo nel bel mezzo del deserto, se devi comprare le sigarette che fai? Ti spari 4 ore di macchina) ma ci saranno tutti i comfort che si possono immaginare in un moderno complesso residenziale di lusso. Faccio prima ad allegare una simpatica piantina piuttosto che elencarli.

Appena ho letto la notizia ho pensato “Ma chi ci va ad abitare nel bel mezzo del nulla?”.

Invece poi mi sono messo ad spulciare il sito ufficiale del progetto fin nei minimi dettagli e ne sono rimasto totalmente affascinato.

Saranno i render che mostrano questi enormi spazi aperti e gli edifici futuristici, saranno i discorsi degli architetti che hanno contribuito a realizzare gli 8 diversi complessi che formano Boom (uno è l’italiano Giuseppe Lignano) fatto sta che mi sono lasciato abbindolare in pieno dall’idea di poter “creare un luogo che sostiene e incoraggia la comunità a prendere le distanze dall’isolamento” e tutto il progetto mi ha preso completamente.

Penso che i prezzi saranno proibitivi se paragonati a quelli di un normale appartamento come posso immaginare io ed il solo pensiero delle spese di manutenzione di una proprietà del genere mi provoca uno svenimento.

Ma a parte le fantasie (si, già mi vedo lasciare tutto e fare bagagli per trasferirmi in uno di questi fantastici loft), un ragionamento semi-serio l’ho fatto: bello tutto il complesso, bella l’idea, il deserto, le montagne, i vari stili e modi di vivere che convergono e animano una comunità open-minded e l’architettura che rispecchia tutto questo e bla bla bla… Ma non c’è un cenno che sia uno ad una progettazione sostenibile.

Immaginatevi quanto potrà costare tutto questo maxi villaggio vacanze in termini di consumi energetici: tra condizionamento delle residenze e degli spazi comuni, le piscine (anche quelle di solito sono riscaldate in inverno e refrigerate in estate), acqua per innaffiare e mantenere verdi i pratini sotto il cocente sole estivo del deserto… Non oso pensarci. Ma chissa se ci hanno pensato i nostri stilosi progettisti?

Una qualche forma di energia alternativa per alimentare tutto l’ambaradan sarebbe la ciliegina sulla torta.

Dopo il salto altre foto.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

I believe in miracles

Da quanto è vuota, la stanza fotografata sopra sembra casa mia…

Ora lo voglio scrivere pure io sul muro, magari succede per davvero e vinco al Superenalotto.

Fonte: BybBlog.

Preview di 4th of July, il nuovo video di Kelis

Proprio stamattina m’era presa la fissa con questa canzone e l’ho ascoltata tipo 47.956 volte a ripetizione e ora, toh, esce su YouTube la preview del video… Quando si dicono le coincidenze!

Il gatto che viaggia sul Roomba

Cerco casa: update #4

Forse, a quasi un anno dall’acquisto della mia nuova casa, ne stiamo venendo a capo… Ieri è stata (finalmente) montata anche la nuova casina di legno che funge da ripostiglio/capanno degli attrezzi… Che bellezza, non riesco a smettere di guardarla!!

Evvai, adesso manca solo di sostituire alcuni mattoni ai lati della porta d’ingresso, e poi potrò finalmente “chiudere il cantiere” e godermi in pace il giardino!! Peccato che poi mi manchi quasi tutto l’arredamento del soggiorno, ma quello è un altro paio di maniche… Ci penseremo quando arriva l’inverno!! :-)

Voglio questo tavolo e queste sedie!!

Da oggi ho un nuovo motto

Se non riesci ad uscire dal tunnel… Arredalo!!

Google Street View è out

A suo tempo già mi stupii un tot quando scoprii questa meravigliosa funzione delle mappe di Google, ora mi stupisco ancora di più nel vedere che non solo Siena è stata finalemente annessa al mondo civilizzato e risulta disponibile per la visita virtuale con GSV, ma anche le Volte Basse ci sono!!

Ok, non è che proprio ci sono, però la macchinina di Google ha percorso la strada che costeggiano il mio (ormai ex) ridente paesino e quindi si vede un bel po’ di mondo…

Si vede pure Rosia…

E quindi la casa di Sere…

Ma di Sovicille (che fa Comune) o anche di San Rocco a Pilli (se vogliano, dovrebbe essere il centro più grosso del Comune) solo l’ombra…

Certo le foto non sono proprio aggiornatissime, tant’è che si vedono delle case in costruzione che in realtà sono già abitate da mo’…

Ma la cosa peggiore (e più triste) è che se direzionate il simpatico omino di GSV (ora anche dotato di occhialini 3D) dalle parti de L’Aquila o di Onna, le trovate ancora tutte in piedi.

Tristezza immensa…

Tempo di acquisti

Si sa… Dopo aver comprato casa, uno deve tagliare, razionare e razionalizzare le spese (mi rincuora scoprire che non sono il solo); la mia politica in questo senso è di evitare qualsiasi spesa che non siano cibo e altre cose primarie (alcool e tabacco, cioè), ma a fine mese mi ritrovo lo stesso con il conto a zero senza aver comprato un ca**o…

Ma ora è tempo di acquisti dicevamo, non perché in questi mesi abbia risparmiato qualcosina o vinto al SuperEnalotto e mo’ mi ritrovi dei soldi da spendere; semplicemente perché mi sono stancato i fare dei peep-show per il vicinato quando mi prende il raptus trombino sul divano…

É quindi giunto il tempo di sfoderare la mia scintillante MasterCard Gold e comprare le tende!!

Ma urge consiglio dal mio pubblico… Per la porta finestra (larga 160 cm) che funge anche da ingresso, meglio una singola tendona a pacchetto o due tendine accoppiate che si possano alzare singolarmente? Comunque poi metterei anche qualcosa di più leggero direttamente al vetro, ma il mio dubbio rimane su questi stramaledettissimi pacchetti, che mi piacciono tanto ma mi lasciano alquanto perplesso…

Quindi, sbizzarritevi! Segue schema esemplificativo.

Notare la mie capacità di graphic design (non vado molto oltre il Paint).

Cosa non fare quando si compra una cucina (parte III)

Dove eravamo rimasti? Ah si, alle mie fonti… Dicevamo, a me la cosa ha iniziato a puzzare veramente tanto, perché non può essere che sono così rimbambito…

Flashback: Una sera in palestra, conosco un ragazzo che ha un negozio di arredamento e guarda caso tiene la stessa marca di cucine che ho preso io. Allora da cosa nasce cosa, “Sai devo finire di arredare il salone… Ma si, passo… Grazie… Come no!” ed inizio a parlare con lui dell’argomento, giusto per…

Back to the present: Appena la puzza del dilemma di cui stavo parlando si fa veramente nauseabonda, come dicevamo, mi si accende una lampadina e mi viene subito in mente lui, il ragazzo del negozio di arredamento.

Allora io, che in questi casi ho la faccia come il culo, lo chiamo e gli spiego il problema… Così lui si mette aspiegarmi tutte le dinamiche delle compravendite di arredi ad affini e lì mi si sono dipanate tutte le nuvole che avvinghiavano il mio cervelletto!!

Sapete cosa ha fatto il vecchio schifoso dell’altro negozio, quello dove ho preso cucina ed elettrodomestici?

Che siccome che io ho preso la Sacra Triade di Elettrodomestici tutti della stessa marca, la Rex gli ha dato una bellissima lavastoviglie TT400 (anche quella senza mezzo carico) a soli 2 euri… Ma lui mica l’ha data a me, a soli 2 euri.. No, se l’è tenuta!! E sicuramente l’avrà rivenduta a pezzo pieno… Intanto a me mi ha rifilato la Siemens SE65E330EU che chissà da quale parte di mondo veniva e gli stava lì a marcire in magazzino e sicuramente pure quella l’avrà avuta per una miseria…

Capito il furbone? C’ha guadagnato due volte…

Ora io dico: mi sta pure bene che te non mi vuoi dare la lavastoviglie praticamente gratis perché, che ne so, mi hai fatto un particolare sconto sul resto (in effetti io la stessa cucina, stessa marca, stessa composizione, stessi elettrodomestici, da altre parti la pagavo 1.500 € di più)… Ma almeno non cercare di vendermi una cosa per quello che non è solo perché te la vuoi levare dai coglions!! Ma che pensi che a 26 anni so già talmente rincoglionito da non accorgermi che invece della Maserati promessa mi ritrovo una semplice (ma pur sempre dignitosa) Punto Evo?

Il problema, come spiegavo ieri a Byb, è che non c’è niente di scritto tra me e il venditore, a parte l’assegno che gli ho fatto per pagarlo e la ricevuta con su scritto solo “Saldo”… Quindi è la mia parola contro la sua!

Allora mi sono dovuto piegare: ho richiamato il mobiliere e gli ho detto di venire a riprendersi la Siemens e di portarmi una TT600 della Rex, che io gli avrei dato le 350 € di differenza…

Anzi no, non l’ho detto che gli avrei dato le 350 € di differenza… Lui mi ha chiesto “Ok?” ma io non ho risposto e poi lui ha continuato a parlare con la sua strabordante fluenza, forse pensando alla regola del “silenzio-assenso”, ma mica è detto, e poi anche qui sarebbe la sua parola contro la mia… :-)

Che dite, lo posso fare?? O sarebbe troppo bastardo?

Parlando seriamente, il mio piano è questo: gli faccio cambiare la lavastoviglie, come da accordi già presi e quando arriva il momento di saldare mi presento lì e gli faccio questo discorsetto.

Se vuoi, io ti pago quanto pattuito, tanto con 350 € in più o in meno sono sempre il solito povero, ma sappi, che se mi fai pagare, ti farò una pubblicità che dire pessima è un eufemismo… Fate vobis

Che ne dite? Può funzionare?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: