Archivi Blog

Promesse elettorali da mantenere

Queste ultime elezioni amministrative hanno visto la vittoria inaspettata e schiacciante della Sinistra sulle realtà locali, ed oltre a far preoccupare il Centro Destra anche a livello Nazionale, dovrebbero insegnare ai politicanti una cosa che sanno pure i bambini ormai: mai fare promesse avventate!!

Come Mastella, che aveva dichiarato ai microfoni di Radio Due che se a Napoli avesse vinto De Magistris, si sarebbe suicidato.

Bene, adesso che la previsione si è avverata a furor di popolo (oltre il 65% di preferenze per l’ex magistrato di Vallettopoli, se non erro), la comunità di Facebook ha subito messo su una pagina per ricordare a Clemente la promessa; pagina che in poche ore è arrivata a più di 29.000 consensi e scommetto che continuerà a crescere.

Ma anche Bossi deve imparare a tenere la bocca chiusa (tanto non si capisce mai una minkia quando parla).

Bisogna andare in cabina elettorale e votare bene, non possiamo tagliarci le balle con Pisapia.

Ecco, Pisapia è il nuovo Sindaco di Milano e subito una bella pagina di Facebook con più di 11.000 fan per ricordare anche al Senatur la sua “promessa” (anche se parlare di promessa qui è un po’ forzato).

Quando si dice: OLTRE IL DANNO, LA BEFFA. :-)

Anna Wintour for Marriage Equality e la situazione disastrosa dell’Italia

A me lei sembra tanto Nina Sharp di Fringe… Però brava Anna che si è unita (insieme a tante altre star, va reso loro merito) per supportare una buona causa, “New Yorkers for Marriage Equality”, un’associazione che raduna i cittadini della Grande Mela, prevalentemente eterosessuali, che sposano la causa della parità di diritti per le persone GLBT.

A proposito… Ma il rugbista Ben Cohen che si ritira dalle scene sportive e si dedica a tempo pieno a combattere l’omofobia? Fa un po’ strano pensare che esistano persone così meravogliose, non torvate?

Eppure esistono!! Non come in Italia, dove i politici di tutti gli schieramenti prima spendono parole per condannare l’omofobia e qualsiasi forma di discriminazione, ma quando poi si tratta di arrivare al dunque e votare una legge ad hoc, come quella scritta da Anna Paola Concia e appoggiata anche dal Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna, SBAM! Si tirano indietro e non la votano.

Non è servito a niente nemmeno il bellissimo discorso di Napisan in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia, giusto ieri l’altro.

E così la legge di cui sopra non passa l’esame in Commissione Giustizia: contro il testo hanno votato i parlamentari del Pdl, della Lega e dei Responsabili. L’Udc si è divisa: Luisa Santolini e Roberto Rao hanno votato contro, mentre Lorenzo Ria si è astenuto. A favore Pd, Fli e Idv. Risultato? 26 no e 17 sì.

Ma Dario Franceschini è riuscito a portare avanti lo stesso il provvedimento e a calendarizzarne la discussione alla Camera per lunedì 23 maggio prossimo; la Carfagna ha già detto che la voterà, così come Alfano (prendendo pure le distanze dal Pdl, fra l’altro), solo che adesso il relatore non è più la Concia, ma tale Enrico Costa: d’ufficio, infatti, il provvedimento è stato assegnato al capogruppo di maggioranza.

Ma del resto, come ha detto Ivan Scalfarotto, cosa ci vogliamo aspettare da “un governo che mette a rischio la relazione con un investitore estero che garantisce stipendi a centinaia di famiglie pur di affermare l’intolleranza verso un particolare gruppo di suoi stessi cittadini”?

Vedi l’inutile e stupida polemica fatta da Giovanardi per la pubblicità gay-friendly di Ikea

Pensieri sparsi su Berlusconi ed i gay

Vodpod videos no longer available.

Berlusconi certamente è riuscito nel suo intento: con l’infelice battuta sui gay ha distolto l’attenzione pubblica dalle varie escort e ha ribadito il suo machismo (c’è chi sostiene che nasconda un’omosessualità latente) a tutta la nazione.

I suoi elettori lo apprezzano proprio per questo. Basta vedere il video sopra… Ma la gente capisce la differenza tra dire “Meglio apprezzare le belle ragazze che essere gay” rispetto a “Preferisco le belle ragazze agli uomini (gay)”??

Meno male c’è chi invece sdrammatizza un po’ il tutto rispondendo a Silvio con la sua stessa moneta: meglio gay che Berlusconi.

Fantastico il commento di Apo alla foto di cui sopra:

E almeno questa, a Silvio, non je la darà MAI!

Per conoscenza, si tratta della modella Sveva Alviti sul red carpet dell’Auditorium Parco della Musica di Roma durante il Festival del Cinema di Roma (fonte –> SuperPop).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: