Archivi Blog

I always thought I was better than this

Ci sono canzoni che nel bene o nel male ti segnano la vita.

O almeno, per me è stato così con Darkness (video sopra), I Like The Way ed in generale tutto The Thension And The Spark di Darren Hayes.

Prima li ho usati per capire, poi per sfogarmi (piangendo come se non ci fosse un domani) ed infine sono diventati un appiglio, una speranza ed una motivazione a far cambiare le cose. Tutto questo circa dieci anni fa, in un momento, si sarà capito, non proprio felice della mia vita. Che però è stato anche un punto di svolta.

Proprio perché le cose cambiano, tu pensi di aver fatto dei passi avanti, di esserti evoluto. Ed invece no, riascolti quella canzone e ripiombi nella disperazione… Forse perché non ti sei mosso di una virgola?

Poi ci ripensi e capisci che ci sono dei momenti in cui senti proprio un bisogno viscerale di riascoltare quella stramaledetta canzone, come se fosse un porto sicuro della fustigazione mentale. Ed in realtà è proprio così, non c’è un motivo reale per disperarsi. Quelle canzoni, così tristi e cupe ritornano alla loro funzione primaria: farti sfogare.

E quindi… Grazie ancora Darren.

Turning pages over, run away to nowhere

And it’s hard to take control when your enemy’s old and afraid of you

You’ll discover that the monster you were running from is the monster in you

Better to hold on to love, change will come

Ecco va, attacchiamoci all’amore che quello per fortuna non manca.

Annunci

Papi, il nuovo video di Jennifer Lopez (con la Fiat 500C)

Video molto bello, ironico e danzereccio. Ma lasciatemi dire una cosa anche se non m’intendo molto di fotografia, regia ecc ecc… Mi ha dato proprio l’impressione di essere una pubblicità!

Ed infatti dal video è stato estratto uno spot per la 500C incredibile che ha iniziato a circolare in rete prima del clip musicale.

P.S. Da notare anche l’inciso “fuori canzone” dove lei balla come se fosse ancora il 1999!!

Madonna e le ortensie

Ormai mezzo mondo ha visto il video della conferenza stampa di Madonna a Venezia, dove qualcuno le porge un’ortensia e lei fa finta di apprezzare e ringrazia, per poi dire sottovoce che “aborra totalmente le ortensie ma ovviamente lui non lo sa”, il tutto immortalato in video.

Ecco, oggi invece è stato diffuso questo comunicato stampa:

Madonna ha il diritto di apprezzare qualsiasi fiore lei voglia. Non voleva ferire i sentimenti delle ortensie del mondo. Senza offesa per gli amanti delle ortensie, ma lei preferisce un genere diverso di fiori.

F-A-V-O-L-O-S-A, stronza e favolosa, non c’è altro da dire.

Face Love

Bellissima l’iniziativa promossa da Insy Loan, ormai noto a tutti col suo vero nome Alessandro Michetti: creare una pagina Facebook ed un blog per far conoscere a tutti, specialmente a chi oppone una certa resistenza alla realtà Glbt, la quotidianità e la normalità delle coppie gay, per far capire a tutti una volta per tutte che le coppie gay sono uguali a quelle eteroe  che quindi meriterebbero pari dignità, stessi diritti (e doveri) di fronte alla legge.

Leggete qui e se poi appartenete alla categoria “Coppie Lgbt” mandategli una vostra foto!!

San Valentino per tutti

Non mi è mai piaciuto San Valentino (festa commerciale ed imposta dal marketing e bla bla bla) ma questo video mi ha quasi commosso da quanto è tenero…

Love equals football

Puma ha appena lanciato la campagna pubblicitaria “Love equals football“, con uno spot intelligente che (nella versione inglese) usa “Truly Madly Deeply”.

É la prima volta che i Savage Garden concedono l’autorizzazione per le loro canzoni da utilizzare in questo modo. Per ironia della sorte, sarebbe potuto non accadere. Quando la compagnia mi ha contattato inizialmente per poter utilizzare la canzone, credo che le esatte parole che pensai sono state “Per l’inferno, no!!”.

Il direttore era apparentemente sconvolto per il fatto che avevamo detto di no e mi cercò per spiegarmi la sua visione dell’idea. Ha capito che l’immagine di un gruppo di hooligans ubriachi che cantano la nostra canzone alle loro mogli e/o fidanzate, probabilmente non è delle più lusinghiere. Tenete a mente, noi siamo sempre stati consapevoli del fatto che il valore di una canzone è il ricordo che il tuo pubblico collega ad essa, e non nel guadagno facile e rapido che si potrebbe
avere cedendola a chiunque te la chieda.

Nel corso degli anni ci sono state richieste ridicole per utilizzare alcuni delle mie/nostre canzoni. La richiesta per “I Want You” come canzone per un famoso pollo fritto è stata forse la più strana. Come potete immaginare, siamo abituati a dire “No”.

Ma quando il regista mi ha mostrato alcuni filmati di prova che aveva girato con dei veri calciatori che cantavano la canzone, ho capito subito. Sono stato toccato.

Penso che quello che mi è piaciuto fosse il fatto che il brano risplenda come un’universale canzone d’amore. In quanto pubblicità, è ovviamente molte cose. Brutta. Divertente. Sincera. Ilare. Ma stranamente commovente.

Guardando il filmato di prova, ho realizzato che in realtà questo è stato davvero un complimento per l’attrattiva universale della canzone. In questo pub, questi uomini cantano la canzone, ma in realtà è un’abbreviazione del dire “Ti amo”. Non importa chi sei o da dove vieni, si tratta di dire “Ti amo”.

Sia Daniel che io abbiamo pensato che fosse un’idea giusta e sorprendente per tutti, che noi dicessimo si. Lo spot finito ancora mi fa crollare, mi fa ridere e allo stesso tempo mi commuove.

E sono davvero orgoglioso del fatto che una canzone possa fare tutto questo…

Darren Hayes

C’è anche la versione italiana, fatta usando “Ti amo” di Umberto Tozzi.

Non c’è bisogno che dica qual è la mia preferita… :-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: