Archivi Blog

La sveglia che ti sveglia

Io ho dei seri problemi con la sveglia. Ma seri seri. Quando queste suonano (sì, ne ho due) io le spengo e mi rimetto a dormire, incurante del fatto che alle 8:15 dovrei timbrare il cartellino in ufficio.

Stamani ho fatto proprio così; e mentre mi ributtavo al calduccio sotto le coperte pensavo che no, “di alzarsi non se ne parla, mi devo rimettere giù e finire questo sogno meraviglioso”…

Allora, verrebbe da dire: cazzo, che sogno era? Ero impegnato in scene VM18 con Roul Bova? Facevo da spalla a Madonna & Darren Hayes in un loro concerto? Avevo vinto al SuperEnalotto?

Cazzo, non me lo ricordo proprio… Forse l’unica soluzione sarebbe rimettersi a dormire!!

Stress mattutino

É bastato poco. Qualche giorno in Vespa e ti dimentichi subito il traffico del mattino… Io odio quegli scooter che ti passano da tutte le parti mentre vai tranquillo per la tua strada, ma è innegabile che se trovo una fila ferma, prendo e passo avanti… :-)

Invece stamattina sono venuto in macchina perché stasera devo fermarmi a fare la spesa e ho “riscoperto” con sommo piacere tutti gli stronXi che ti tagliano la strada, che vanno a 2 km/h, che non ti lasciano passare ma poi inveiscono non si sa contro chi o cosa…

É stata sufficiente una giapponesina, minuta e graziosa, che ti attraversa la strada chiedendo permesso con quei modi buffi che solo i giapponesi hanno… E ti ritorna subito il sorriso sulla faccia.

Ma, ahimé, basta poco per farlo scomparire di nuovo… Basta sedersi in ufficio, accendere il pc e, mentre si aspetta che si avvii l’emulatore della sessione 3270,  leggere i commenti dei lettori de “Il Giornale” alla notizia dell’approvazione dei matrimoni gay in Argentina.

Tristezza infinita…

Déjà Vu

Non mi sembra faccia nuova, ma dove l’ho già visto?

Mi aiutate a capire chi è?

A me sembra un incrocio tra Viggo Mortensen e Alessandro Calza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: