Archivi Blog

Giornata Rainbow a Pisa con Anna Paola Concia e Vladimir Luxuria

Pe ricordare i moti di Stonewall, da molti considerati l’inizio del processo di liberazione del movimento omosessuale e che iniziarono il 27 giugno 1969, oggi a Pisa era una giornata completamente dedicata al mondo LGBT per combattere ogni forma di omofobia e transfobia: gli appuntamenti iniziavano alle 10 alle Logge dei Banchi con Anna Paola Concia, Paolo Patané e Vladimir Luxuria per poi proseguire alle 12 con l’alzabandiera rainbow sul Ponte di Mezzo insieme al Sindaco per finire alle 18 con la presentazione del nuovo libro di Luxuria alla Feltrinelli.

E su Facebook proprio Anna Paola Concia da una “notiziona da Pisa”…

Oggi alla celebrazione di Stonewall ho proposto al Sindaco di Pisa di organizzare nella sua Città l’Assemblea di tutti i Sindaci che in Italia hanno istituito il Registro delle Unioni civili per chiedere al Parlamento di fare una legge sulle unioni tra persone dello stesso sesso e (se la bocciano) approvare la legge contro omotransfobia. Ha detto si, si farà in Autunno! La battaglia continua!

Questi sono gli amministratori governativi che ci piacciono! Mica come Andrea Fanzago, consigliere comunale del PD di Milano che si è pubblicamente espresso contro le unioni civili, andando poi contro al parere del neo Sindaco Pisapia…

Fanzago, Giovanardi & co… Invece di dare aria alla bocca, fate pace col cervello, date retta a me!

Promesse elettorali da mantenere

Queste ultime elezioni amministrative hanno visto la vittoria inaspettata e schiacciante della Sinistra sulle realtà locali, ed oltre a far preoccupare il Centro Destra anche a livello Nazionale, dovrebbero insegnare ai politicanti una cosa che sanno pure i bambini ormai: mai fare promesse avventate!!

Come Mastella, che aveva dichiarato ai microfoni di Radio Due che se a Napoli avesse vinto De Magistris, si sarebbe suicidato.

Bene, adesso che la previsione si è avverata a furor di popolo (oltre il 65% di preferenze per l’ex magistrato di Vallettopoli, se non erro), la comunità di Facebook ha subito messo su una pagina per ricordare a Clemente la promessa; pagina che in poche ore è arrivata a più di 29.000 consensi e scommetto che continuerà a crescere.

Ma anche Bossi deve imparare a tenere la bocca chiusa (tanto non si capisce mai una minkia quando parla).

Bisogna andare in cabina elettorale e votare bene, non possiamo tagliarci le balle con Pisapia.

Ecco, Pisapia è il nuovo Sindaco di Milano e subito una bella pagina di Facebook con più di 11.000 fan per ricordare anche al Senatur la sua “promessa” (anche se parlare di promessa qui è un po’ forzato).

Quando si dice: OLTRE IL DANNO, LA BEFFA. :-)

Libero diventa come il Vernacoliere

Ma dai!! Ma che cos’è? Devo dire che quando ho visto questa prima pagina, presentata da Apo al grido di “OMOFOBIA!!” mi sono indignato pure io.

Poi l’ho guardata di nuovo con occhi privi di pregiudizi: e devo dire che un sorriso mi è scappato. Solo che una vignetta del genere te la aspetti da Il Vernacoliere, mica da un quotidiano a tiratura nazionale.

E poi Libero è sicuramente meno divertente de Il Vernacoliere.

Sicuramente le cose che stonano sono le parole dell’articolo, il modo con cui definiscono Vendola come “l’Orecchino”, insomma… La vignetta caricaturale forse è la meno!! Sono sicuro che Vendola e la Bindi ci faranno una bella risata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: