Archivi Blog

Daniel Garofali’s strange ass

*** ANTEFATTO ***

Sto post era rimasto nelle bozze per tipo 4 anni e nessuno si è lamentato, come immagino nessuno si sarebbe lamentato se non avesse mai visto la luce, ma mi dava fastidio lì nelle bozze. E siccome mi dispiaceva buttarlo via, ho deciso di pubblicarlo anche se totalmente inutile ed insulso.

*** POST ***

No scusate, sono io che ho idealizzato quest’uomo e quindi per me ormai Daniel Garofali = perfezione o le vedete anche voi?

Cosa sono quelle fossette sulla chiappa destra di Danny? Com’è possibile che il culo di cui sopra sia lo stesso della foto sotto?

Intendiamoci bene, questo vuol dire cercare l’ago nel pagliaio, ma è solo una curiosità…

Quel giorno il suo culo era moscio perché giù di morale o c’è una spiegazione scientifica plausibile (a parte photoshop)? S’era dimagrito troppo? Mangia fijo mio mangia, vogliamo che il tuo culo torni a scoppiare di salute.

Questo il video “incriminato” da cui è tratta l’immagine (al minuto 1:24)…

Annunci

Il figlio di Brook Logan è un attore porno gay!

E vedi che ha ragione Stephanie quando dice “tale madre tale figlia” (figlio in questo caso)?

Tutti sappiamo che Brooke Logan, la splendida 50enne da anni protagonista della soap opera Beautiful (titolo originale The Bold and The Beautiful), s’è girata tutti i maschi Forrester e non solo, e recentemente abbiamo visto all’opera anche la figlia Bridget, che ha iniziato già ad avere figli da relazioni extra coniugali.

Ma sappiamo bene che Beautiful è praticamente fantascienza (non c’è un solo gay in tutta la soap, e attenzione, stiamo parlando di fashion) e mai ci saremmo immaginati che scandali come quelli che vediamo tutti i giorni in tv potessero colpire gli attori anche nella vita reale.

Ma a fare da apri pista è sempre lei, l’inossidabile Brooke, anzi Katherine Kelly Lang il suo vero nome, il cui figlio Jeremy Skott Snider è stato ritratto in azione con un altro uomo in alcune foto sul sito per adulti Seancody.com… Il ragazzo ha soli 21 anni!

E bravo Jeremy, bisogna darsi da fare ed iniziare presto a fare la gavetta!!

Fonte: RadarOnLine.

La svolta di Beautiful: nuovi manzi in arrivo… Ecco Adam Gregory!

Ma mia madre è una delle aficionados di Beautiful e io, tornando da lei a pranzo, seguo la soap forzatamente, ma devo dire pure con gusto ultimamente.

Eh sì, perché avendo fatto accoppiare Brooke con qualsiasi essere di sesso maschile della serie, i produttori possono:

a) giocare sempre i soliti improbabili espedienti, così da portare Bold and Beautiful (questo il titolo originale) ad essere una lunga e noiosa storia al limite della fanta-demenza dove non solo Ridge e Brooke sono uguali da vent’anni a questa parte (come cazzo fanno?) ma pure le azioni si ripetono, tant’è che Brooke fece una figlia col marito di sua figlia anni e anni fa e adesso, 20 anni dopo, c’è ricascata col fidanzato della figlia fatta col marito dell’altra figlia.

b) introdurre figure nuove e più vicine al mondo giovanile, che pur continuando ad agire e pensare in modi improbabili e totalmente stupidi, danno alla serie nuovo ossigeno.

I coniugi William J. Bell e Lee Phillip Bell, gli storici produttori di Beautiful ma anche di Febbre D’amore, la sanno lunga sulle soap opera ed infatti hanno iniziato ad introdurre personaggi interessanti già con il giovane ed aitante Howen, impersonato da Brandon Beemer.

Ora continuano su questa linea cambiando l’attore che interpreta Thomas (il figlio di Ridge e Taylor) e mettendoci un manzo di prima categoria, tale Adam Gregory. Ed ho come il sentore che anche lui finirà come Brandon Beemer: starà semi nudo sul set per l’80% delle scene in cui recita.

Il giovane attore, molto Zac-Efron-like, è già stato visto in 90210 e nei film 17 again e Hannah Montana: The Movie.

Manco a dirlo, questo nuovo Thomas cadrà nelle grinfie della vecchia Brooke, che a 50 anni continua a fare la sua porca figura. O più che altro, la porca e basta.

Ma il gossip più succoso che arriva dall’America è che il personaggio di Thomas Forrester potrebbe scoprirsi gay. In effetti, una soap opera ambientata nel mondo della moda in cui sono tutti etero è proprio inverosimile.

E io già mi pregusto gli incesti gay tra Thomas e Howen…

Ah, come s’incazzerebbero il Vaticano, il Moige e compagnia bella!!

Dopo il salto, due galleries dedicate ad Adam Gregory.

Leggi il resto di questa voce

Cosa succede se fai il bagno nudo in un fiume di Boston?

Beh, cosa vuoi che succeda se ti prendi la libertà di fare il nudista e ti tuffi nel Charles River, nel bel mezzo di Boston?

La polizia ti arresta, ovvio!

Anche se devo dire, che questo tizio non era poi così brutto da vedere…

Si poteva anche lasciar fare…  O no??

Brothers of Arcadia, Mugler men’s campaign hot video

Nicola Formichetti, direttore artistico di Mugler e stylist personale di Lady Gaga, presenta Brothers of Arcadia, il nuovo video per la campagna uomo primavera/estate 2012 di Mugler.

Il video raggruppa una serie di manzi, tutti di prima categoria, tra cui uno splendido Matthieu Charneau, già visto da queste parti, che si distingue in maniera particolare per bellezza e sensualità.

Ma non solo manzi seminudi, per far parlare ancora più di sé lo stylist italo-giapponese ha fatto uscire anche una versione VM18 del video… Ispirato proprio al mondo del porno!

Quando (giustamente) gli hanno chiesto “Ma che c’entra il porno con la moda?” il neo fashion-guro ha dichiarato questo …

I was interested in the idea of fantasy, dreams and voyeurism. I was looking at Italian Neo-Realist cinema and then, post-that, where Fellini and Pasolini become more about myth and fantasy. At the same time, I loved the idea and accessibility of pornography and everyday voyeurism on Xtube. Fashion is always referencing pornography, so there was an element in doing this film of just “cutting out the middleman”, but it is an erotic fashion film nonetheless.

La discussa versione in questione la potete vedere dopo il salto, con qualche foto hot tratta dal video uncensored

Ma solo maggiorenni!!

Leggi il resto di questa voce

Ben Cohen a tempo pieno contro il bullismo e l’omofobia

Beh bono è bono, lo sappiamo tutti. É che fosse friendly lo avevamo intuito: dalla sua propensione a fare calendari ad alto tasso omoerotico, nessun problema ad apparire su riviste gay e poi aveva proprio dichiarato che si sarebbe dedicato alla lotta contro l’omofobia.

Ed infatti oggi lo ritroviamo sulle pagine di Popslut e scopro che ha messo su la fondazione “The Ben Cohen StandUp Foundation”, la prima organizzazione anti bullismo che aiuta le persone LGBT.

E non solo… Tra aprile e maggio Ben ha girato sei citta tra US e Uk con il suo Acceptance Tour facendo incontri e formazione per smuovere l’opinione pubblica e sensibilizzare la società affinché il bullismo sui giovani GLBT diventi presto un ricordo.

Il sito della fondazione è ancora “under costruction”, ma c’è quello ufficiale dell’ex sportivo e gli immancabili account Twitter e pagina Facebook… Grande Ben!!

Robbie Williams rimane in mutande sul palco

Robbie Williams, in concerto il 14 giugno a Cardiff, si è strappato i pantaloni mentre cantava “Let Me Entertain You” e ha mostrato lo strappo al pubblico, che ha iniziato ad incitarlo a suon di “OFF OFF OFF!!”…

Ed alla fine è stato praticamente obbligato… E si è abbassato i pantaloni, per rimanere in slip… Sempre un bello spettacolo, se non fosse che ad un certo punto perde l’equilibrio dopo un inchino e dopo aver camminato sul palco con le braghe asbbassate, e cade di culo!!

Le voglio!

Le mutande, ma anche quello che c’è dentro… :-)

Fonte: Parker Hurley.

Matthieu Charneau e lo stile vintage

Da un po’ di tempo va molto di moda la parola vintage.

E così, BOOM!! mercatini dell’usato ad ogni angolo perché si pensa che la gente faccia a gara per avere la “poltrona vintage” o la “lampada vintage” o il “telefono vintage”, anche se poi alla fine in questi negozi non ci trovi (quasi) mai niente d’interessante e va a finire che compri un oggetto nuovo di fabbrica che però paghi 10 volte il suo prezzo solo perché assomiglia vagamente ad un modello vecchio e poi dici lo stesso che è vintage (te credo, con quanto l’hai pagato) anche se, ovviamente, non è corretto: se ricicli le stoviglie di vetro marrone anni ’70 della nonna come ho fatto io, ok, ma se compri qualcosa nuovo di pacca, vintage un caXXo.

E poi, anche su Twitter, Facebook e blog vari, è tutto un proliferare di queste foto giallastre come se fossero invecchiate o fatte tramite quei programmini che in automatico te la fanno diventare una vecchia Polaroid o ti aggiungono un effetto vintage a caso.

Insomma, tutto quel che è vintage è figo; che poi dire vintage è solo un modo carino per dire “vecchio e di seconda mano”, ma detto così è molto meno cool, si sa.

Matthieu Charneau invece è un giovane modello 22enne francese che, nonostante la tenera età, ha già collaborato nientepopodimenoche con un fotografo come Rick Day e si è già guadagnato il passaggio in magazine di tutto rispetto come Tetu, LifeMag o Exterface.

Negli ultimi shooting ci propone, appunto, uno stile un po’ vintage anni ’70 con tanto di baffetti da sparviero che decisamente ci piace… Ma anche tutto il resto non è niente male, primo tra tutti il suo cool… Bravo Matthieu!

Leggi il resto di questa voce

Lo show business e la depressione post reality

Alzi la mano chi si ricorda tutti d’un fiato nome e cognome di almeno 20 (ma potrei anche dire 10) concorrenti del Grande Fratello… Non pescando tra quelli di quest’anno (che pure sono tanti), ma fra quelli di tutte e undici le edizioni!

Arrivate a malapena a 5, vero? Altrimenti, via da questo blog!! E dire che sono stati qualcosa come 178!!

A parte Luca Argentero che ha veramente svoltato, la Cipriani che è troppo scema bella per essere vera e Taricone che pace all’anima sua, non ce ne sono molti altri degni di nota… Diciamo che sicuramente nessuno di loro lascerà la loro stella sulla Walk of Fame di Hollywood!!

Però di edizione in edizione questi Gieffini ed ex Gieffini si vedono ovunque: in tv, in disco, a giro per strada… E si credono chissà chi!!
Abbbella, al massimo puoi aspirare a vendere pentole su Mediashopping con Mastrota!!

Ieri sera m’è capitato di vedere un servizio delle Iene, realizzato dal sempre favoloso Enrico Lucci, che andava ad “intervistare” questi ex gieffini, famosi, meno famosi e dimenticati, e chiedeva loro com’era andata quando le luci della ribalta si erano spente ed era finito il bel periodo di serate, feste e bagordi.

Il risultato è stato quasi sempre lo stesso: dopo “la fama” arriva inesorabilmente il dimenticatoio e con esso la depressione derivata dal sentirsi fallito. Poi questi ex concorrenti del reality hanno realizzato che le cose importanti non sono le ospitate dalla D’Urso, hanno ripreso il lume della ragione, chi più chi meno, e allora sono riusciti a far fruttare quello che avevano guadagnato nel loro “anno di gloria”.

Ma insomma: se la tua massima aspirazione nella vita è quella di essere considerato come “Tizio del GFX” e vuoi stare in televisione a tutti i costi e credi beatamente che sarai considerato speciale a vita per il solo fatto di aver partecipato al reality, bé, ti meriti tutta la depressione di questo mondo.

Ve lo ricordate Paolo Mari, l’idraulico impazzito “wanna-be modello” che dette di matto e si denudò nella casa? Lui ha avuto seri problemi di cervello, il suo sogno si è trasformato in incubo e come premio dal GF ha ricevuto solo una bella terapia psichiatrica e condita con abbondanti psicofarmaci. Niente serate, niente ospitate, niente lustrini e paillettes. Però ora si è rimesso molto umilmente a fare il suo lavoro senza la spocchia che invece altri conservano pur essendo delle vere e proprie nullità.

Ecco, lui mi ha fatto un po’ tenerezza… Poi però, il servizio si conclude con un suo sorriso che sembra sincero e tranquillo; e allora ho realizzato che secondo me lui è quello che c’ha capito più di tutti di questi pseudo vip e adesso se la passa meglio di tutti i suoi ex “colleghi”, paradossamelmente anche meglio di quelli che invece non si danno pace e sgomitano per rimanere sulla cresta dell’onda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: