Archivi Blog

Le due facce della stessa medaglia

A me Portia De Rossi è sempre piaciuta, anche se in Ally McBeal interpretava una stronza cosmica.

L’attrice ha scritto un libro in cui parla del suo sofferto coming out, dei suoi disordini alimentari e di come ha superato tutto grazie all’incontro con quella che poi sarebbe diventata sua moglie, Ellen Degeneres.

E ovviamente adesso la possiamo trovare un po’ ovunque a promuovere questa sua nuova uscita editoriale.

Come nel caso di Tiziano Ferro o di Ricky Martin, criticati da qualcuno che ha sentito puzza di strumentalizzazione commerciale, chiamatemi ingenuo, ma io credo fortemente che tutto quello che dicono questi personaggi in queste occasioni (pur sempre con fini promozionali) sia vero e sentito.

Mentre invece non capisco come un’associazione GLBT possa arrivare a difendere così spudoratamente Silvio Berlusconi riguardo alla sua battuta infelice sui gay, come ha fatto Daniele Onori per conto di “Gay e Libertà” in questa intervista.

Notizie in pillole #20

* Drew Gilpin Faust, presidente dell’Università di Harvard, ha affermato che l’ateneo non terrà attività correlate alla formazione militare fino a quando non sarà abrogato il Don’t ask, don’t tell.

* Portia De Rossi, nota per aver interpretato Nelle Porter nella serie tv Ally McBeal e per essere la moglie di Ellen DeGeneres, adesso potrà portare il cognome della moglie. Lo ha stabilito la Corte Suprema di Los Angeles.

* La Presidente dell’Irlanda ha declinato l’invito a presiedere il corteo del St. Patrick’s Day a New York come segno di solidarietà alle associazioni GLBT che non potranno prendere parte alla manifestazione.

Sembra di essere in Italia, vero?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: