Archivi Blog

Il Presidente dell’Agedo Rita De Santis all’Europride

Io questa donna la amo… Classe 1938, mica cazzi.

Qui, per chi come me non ci fosse potuto andare, il video con discorso ed esibizione di Lady Gaga, qui il testo tradotto in italiano se avete difficoltà con l’inglese, mente qui potete trovare una carrellata di video che documentano la festa vera e propria che sarebbe la sfilata.

Su, fatemi sformare… Com’è stato quest’Europride?

Gli italiani e la politica

Leggevo il nuovo post di Spinoza.it e una battuta mi è balzata agli occhi più delle altre.

Modelle minorenni, festini con prostitute e orge lesbo a casa di Berlusconi. Ma secondo me è la solita montatura per fargli riguadagnare consensi.

Questa frase è drammaticamente vera: chi porta alla luce queste vicende sessuali del Premier per tentare di screditarlo, non capisce che gli italiani sono sostanzialmente maschilisti e cretini, quindi, quando sanno che Berlusconi si gode la vita a questo modo, sono solo che contenti.

Anvedi gajardo ‘sto vecchio.

Poco importa se poi commette illeciti o abusi di potere (anche ma non solo per godersi la vita).

E se dicessi che in merito ho pronto una sottospecie di racconto (molto di fantasia)? :-)

Notizie in pillole #20

* Drew Gilpin Faust, presidente dell’Università di Harvard, ha affermato che l’ateneo non terrà attività correlate alla formazione militare fino a quando non sarà abrogato il Don’t ask, don’t tell.

* Portia De Rossi, nota per aver interpretato Nelle Porter nella serie tv Ally McBeal e per essere la moglie di Ellen DeGeneres, adesso potrà portare il cognome della moglie. Lo ha stabilito la Corte Suprema di Los Angeles.

* La Presidente dell’Irlanda ha declinato l’invito a presiedere il corteo del St. Patrick’s Day a New York come segno di solidarietà alle associazioni GLBT che non potranno prendere parte alla manifestazione.

Sembra di essere in Italia, vero?

Cristina Fernandez de Kirchner sui matrimoni gay

È stato un trionfo della società. Credo che alcuni di quelli che oggi sono contrari con il passare del tempo se ne renderanno conto, perché queste cose si capiscono meglio con il tempo. Se uno pensa che 58 anni fa io non avrei nemmeno potuto votare e oggi sono Presidente della Repubblica o che prima non potevano esserci matrimoni interrazziali e la gente veniva divisa in base al colore della pelle: c’era gente che prima si sarebbe fatta uccidere per difendere queste posizioni razziste e oggi se ne vergognerebbe. Il matrimonio gay è una pietra miliare nell’ampliamento dei diritti civili. Si è voluto occultarlo come una questione religiosa, ma è un fatto squisitamente sociale.

Se si va un po’ a fondo delle cose, si vede che l’istituzione del matrimonio viene dal diritto romano, che è il grande organizzatore della proprietà privata. Matrimonio, diritti di successione e diritti reali: tutto aveva a che vedere con la proprietà privata, su come dovesse avvenire una successione legittima, su come distinguere i figli legittimi dagli illegittimi. Il tutto è nato in una società pagana come quella romana. Dare, quindi, una connotazione religiosa all’unione tra due persone non è nemmeno una verità storica.

C’è il diritto a vivere insieme alla persona che si ama. Ci sono molte persone che vogliono legalizzare la propria situazione di coppia della stesso sesso e non mi sembra corretto che, dal momento che io sono eterosessuale, imponga il mio modo di amare agli altri. Perché se i gay non mi impongono l’omosessualità io devo imporre loro l’eterosessualità? Questo è il nodo centrale: voler imporre una forma di vita. Come società posso esigere dall’altro che non rubi, ma non posso esigere che abbia la vita privata che io voglio. Se guardiamo al lato strettamente legale della cosa, le azioni private sono riservate unicamente a Dio.

Io credo profondamente in Dio ma non nel Dio castigatore, nel Dio persecutore, nel Dio che se faccio quale cosa mi fulmina. Credo in un Dio che vuole la giustizia anche sulla Terra, che protegge i deboli e le minoranze. Se Gesù si è distinto in qualcosa è stato per essere il protettore dei deboli e di quanto hanno problemi. Non dobbiamo dimenticarci di Maria Maddalena e del fatto che la prima pietra avrebbe potuto tirarla solo chi era libero dal peccato. Quanti dei membri del Parlamento argentino possono scagliare la prima pietra?

Sentiremo mai un discorso del genere in Italia?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: