Archivi Blog

La pubblicità “choc” di Ikea Catania

Attenzione!! Questo post può essere letto solo da persone maggiorenni, perché contiene immagini tratte da una campagna pubblicitaria shockante!!

Dove? Come dove? Sopra… Non la vedete? Ci sono addirittura due uomini che si tengono per mano!! E sentite che slogan sovversivi…

Vedrete: da noi vi sentirete a casa. Perché quello che cerchiamo di fare è rendere più comoda la vita di ogni persona, di ogni famiglia e di ogni coppia, qualunque essa sia”.

Più o meno la penserebbe così Andrea Indini che su Il Giornale ha scritto questo articolo delirante…Cito:

Cosa c’è dietro [la pubblicità]? Non certo la sensibilizzazione dei diritti per le coppie gay, ma una chiara strategia di marketing. L’intento è quello di far parlare di sé, garantendosi in questo modo una visibilità assicurata.

Ma dai? Non pensavo che la pubblicità servisse a far parlare di sé o ad acquisire visibilità!! Voi lo sapevate? Mannaggia quante cose s’imparano…

Forse il signor Indini non sa che Ikea, oltre ad avere un eccellente ufficio marketing, è uno dei soci fondatori di Parks, e con questo cartellone tratto dalla campagna pubblicitaria per l’apertura del nuovo punto vendita di Catania si dimostra ancora una volta un’azienda attenta alla sensibilità delle persone Glbt, siano esse clienti o dipendenti.

Ma forse il signor Indini non sa nemmeno che cos’è Parks

Fonte: SpetteguelessSuper-PopParks.

Je Dérive, il nuovo video di Allan Théo (senza censura)

Vodpod videos no longer available.

“E chi cazz è Allan Théo?” direte voi… Me lo sono chiesto anche io ed ho scoperto che è un cantante che ebbe un discreto successo nel 1998 in Francia; anche all’estero dice Wikipedia: mah…

Poi è caduto nel dimenticatoio. Ma adesso vorrebbe ritornare in prima fila nella scena musicale con questa canzone, Je Dérive, accompagnata da un video shock dove il nostro cantante si ubriaca, si fuma uno spinello, fa sesso violento con una ragazza e poi la uccide. E poi vomita anche, tanto per gradire…

Direi che la canzone può anche non essere niente male, ma a me i testi in francese fanno scemare subito l’interesse, mi sono fermato a Moi Lolita.

E poi, diciamoci la verità, lui sarà pure bonazzo ed apprezziamo che ci mostri tutto di sé, ma il video fa un po’ schifo e sa tanto di trovata commerciale poco riuscita.

Dopo il salto ci sono delle foto tratte dal video (non adatte ai più sensibili).

Leggi il resto di questa voce

Nudi “shockano” lo staff di un’area di servizio

Vodpod videos no longer available.

Mah… La gente non ha di meglio da fare che andare in giro nudi a schokare le povere cassiere di un’area di servizio?? :-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: