Archivi Blog

Ho smesso di fumare…

Ieri sera alle 19 ho fumato la mia ultima sigaretta. Ecco cosa succede poi…

Entro 20 minuti la pressione del sangue, il battito cardiaco e la temperatura degli arti diventano regolari.

Già dopo due ore la nicotina inizia ad essere eliminata dal corpo, tramite l’urina.

Dopo 8-12 ore il livello di monossido di carbonio e ossigeno tornano normali.

Dopo 24 ore il monossido di carbonio viene eliminato del tutto dal corpo.

Dopo 2 giorni i sensi del gusto e del tatto migliorano: l’alito, le dita, i denti ed i capelli sono più puliti.

Dopo 72 ore è più facile respirare dopo il rilassamento del tubo bronchiale; aumenta la capacità polmonare: è stata eliminata la nicotina dal corpo.

Dopo 1 settimana si avrà più forza, più energia ci si accorgerà di avere più fiato, più voglia di fare, più tempo per sé stessi; tutti i sensi, in particolare il gusto, si acuiscono. L’alito migliora, sono più puliti denti e capelli. Anche la pelle ha un colorito più roseo. Scompaiono i sintomi d’astinenza.

Dopo 3 settimane il lavoro o le attività che si svolgono risultano più facili.

Dopo un mese, l’epitelio cigliato delle vie respiratorie, distrutto dal fumo, si ricostruisce e il muco è rimosso dai bronchi. La tosse elimina sostanze dannose. Cala il rischio d’infezioni respiratorie.

Sesso migliore. Secondo molti studi, il fumo causa impotenza. Dopo un mese senza sigarette la circolazione sanguigna migliorerà, aumentando le probabilità di avere una sana erezione.

Sempre dopo un mese si riduce il rischio di ictus del 33%.

Dopo 3-6 mesi 1/3 della popolazione che ha aumentato il peso ritornano al peso normale (io spero di non aumentare per niente).

Dopo 3-9 mesi: la respirazione migliora ancora (meno tosse, più fiato), la funzione polmonare aumenta del 20/30%, la tosse cronica presente solitamente tende a sparire.

Dopo un anno: il rischio di malattie cardiovascolari, cioè infarto o ictus, cala significativamente. Questo perché la nicotina agiva come vasocostrittore sulle arterie, restringendole.

Dopo 5 anni il rischio di cancro al cavo orale e all’esofago RIMANE ma scende del 50%, il rischio di ictus RIMANE ma scende quasi al livello dei non fumatori.

Dopo 10 anni: il rischio di cancro al polmone RIMANE ma scende del 40-50%.

Dopo 15 anni il rischio di malattie cardiovascolari e tumorali scende, RIMANE, ma scende quasi a quello dei non fumatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: