Archivi Blog

Stagioni #demmerda

Da leggere ascoltando “Casey” by Darren Hayes.

Primavera, i fiori sbocciano, le piante riprendono vita, l’erba diventa più verde che mai.

Nell’aria c’è profumo di promesse che speri, anzi sei sicuro si realizzeranno in estate quando verrà il caldo, la spensieratezza e tutto sarà più facile e più bello.

Finché c’è il bel tempo, tra vacanze al mare ed il sole che accompagna le tue giornate, speri ancora che quei desideri si possano realizzare, ne sei convinto fino all’ultima goccia d’estate.

Ma poi arriva l’autunno, coi suoi colori cupi, bellissimi ma tristi e malinconici, fatto di foglie che cadono, umido, pioggia, e niente è successo.

Ed in un attimo è subito inverno, dove niente nasce e niente cresce più, se non il desiderio che vengano di nuovo primavera ed estate al più presto possibile.

Se non si fosse capito…

image

Sono in ferie!!
Buon agosto a tutti!!

In Tuscany not everything is straight…

Riporto lo spot di lancio del turismo GLBT in Toscana dopo averlo visto sul blog di Oscare

Ma che bellino e simpati’o!

Turismo GLBT? Sì, in Toscana!

La Regione Toscana si è finalmente accorta che il giro di affari che ruota intorno al turismo dedicato a gay e lesbiche è una fetta di torta troppo grossa ed invitante per lasciarsela scappare e così ha aperto una sezione interamente dedicata al pubblico GLBT del suo portale Turismo.intoscana.it.

Sarà anche una scelta dettata sopratutto da interessi economici, ma a me è quasi scelta la lacrimuccia a leggere queste parole di introduzione…

La Toscana, storicamente terra di libertà, apre questo canale dedicato al turismo lgbt ed è la prima Regione in Italia a compiere questa scelta.

Non è un caso che sia così, e non è una scelta dettata unicamente da motivi economici. Il Rinascimento toscano fu un periodo di grande liberalità per i gay e le lesbiche toscane, ad iniziare dai “grandi” omosessuali che hanno segnato profondamente la storia dell’umanità: per citare solo quelli più noti, Michelangelo Buonarroti, Leonardo Da Vinci e Machiavelli. Era così noto che Firenze fosse la San Francisco di quei tempi che per definire un omosessuale nei paesi di lingua tedesca si usava il termine “florenzen”, fiorentino. Fu la Toscana del Granduca Leopoldo I il primo stato italiano a depenalizzare l’omosessualità, insieme alla pena di morte, nel 1853. In tempi moderni, Firenze, Pisa e molte altre città e paesi toscani con i loro registri comunali delle unioni civili hanno fatto passi avanti verso il riconoscimento alla pari dignità delle coppie gay e lesbiche.

Recentemente, la Regione Toscana ha poi deciso di inserire nel proprio Statuto il divieto di discriminazione per orientamento sessuale e il riconoscimento di ogni forma familiare, oltre a quella fondata sul matrimonio. Poco dopo, con la legge regionale n. 24 del 13.10.2004, è stata la prima regione a dotarsi di una normativa specifica contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere ed ad attivare politiche specifiche di inclusione sociale delle persone lgbt.

Questa mappatura consentirà ai turisti lgbt di scegliere itinerari, strutture alberghiere, servizi complementari, che si rivolgono con una più particolare attenzione all’ospite lgbt.

In questa sezione vogliamo dare risalto a quanto di gay friendly è già presente in Toscana, dal punto di vista dell’ospitalità, degli eventi culturali, del tempo libero.

Oltre a Firenze, patria del Rinascimento, scoprirete la vita gay di Torre del Lago e della Versilia, zone che da più di dieci anni hanno   affinato la loro offerta ricettiva con particolare attenzione alle esigenze dei turisti gay italiani e stranieri.  Troverete anche itinerari nella Maremma, dove vi attendono bellissime spiagge libere e le calde acque delle nostre terme, nelle città d’arte e in tutta la Toscana, che con molteplici agriturismi, b&b e alberghi, gay e gay friendly, saprà accogliervi tutto l’anno mostrando anche i suoi volti meno conosciuti.

Ti aspettiamo, così come sei.

L’estate sta finendo…

(il video fa da sottofondo musicale alla lettura del post)

Arenile. Che bella parola, mi piace proprio. Peccato che nessuno la usi più, se non nei cartelli con su scritto “Arenile in concessione demaniale” che fino a qualche tempo fa trovavi appesi alle recinzioni degli stabilimenti balneari. Cartelli che appunto stavano ad indicare che la spiaggia era proprietà demaniale ma in concessione ad un privato. Adesso non li mettono nemmeno più ‘sti cartelli… Infatti qualcuno mi dovrebbe spiegare com’è possibile che praticamente la totalità della pineta che costeggia la SP 158 che da Castiglione della Pescaia va a Marina di Grosseto (8 km) è recintata dal filo spinato e ci sono praticamente solo accessi a ville private, munite di cancelli, telecamere e tastierini numerici. Per trovare un accesso pubblico al mare ti devi fare i veri chilometri. Che poi male non mi fa, diciamocela tutta, però ecco, questo è un dubbio che mi ha sempre tormentato sin da quando ero piccolo ed andavo già in vacanza lì…

A parte questa vena polemica, che si spiega benissimo con tre parole (“Siamo in Italia”), le ferie sono andate bene, 21 giorni di completo relax, passati a non fare niente di particolare, se non letto e mare, mare e letto, più una giornata mare+serata danzante a Torre del Lago Puccini, e qualche incursione a Marina di Alberese e San Vincenzo.

Adesso purtroppo siamo di di nuovo in ufficio (no, non ho vinto al Superenalotto, ma mi sto impegnando) e devo dire che il rientro è stato meno traumatico di quanto pensassi: parecchi sono ancora in ferie e mi sono beccato subito subito un bel rinfresco (per il compleanno di due colleghe)!

Voi? Che mi raccontate di bello?

Il blogger si trasferisce al mare

Io! 2Da stasera sono finalmente in ferie e quindi non so quanto scriverò, penso decisamente poco, perché ho veramente bisogno di staccare…

Buone vacanze a tutti!! :-D

Madonna con Mercy James

maddymercyNon capisco se l’effetto “plasticoso” della foto qui sopra sia duvuto al fatto che l’immagine è talmente Photoshoppata da risultare finta o se sia Madonna ad essere realmente così tirata e piena (di protesi agli zigomi)…

O forse un buon 50% e 50%?? :-)

E invece oggi si riprende il lavoro… Che palle!! :-(

Ma come si stava bene ieri in riva al mare a Castiglione? Non vedo l’ora che sia estate davvero!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: